Festambiente 2012 il festival nazionale a impatto zero

Musica, cinema, teatro, dibattiti. Si aprirà venerdì prossimo il Festival nazionale di Legambiente all’ecologia, alla solidarietà e alla cultura. Ad ospitare Festambiente sarà Rispescia (Grosseto) dove sono attesi, fino al 19 agosto, 80 mila visitatori. “Festambiente – spiega Angelo Gentili, coordinatore nazionale dell’evento – rappresenta una vera e propria città ecologica e solidale dove potersi divertire e apprendere al tempo stesso, e dove ogni sera intervengono personaggi dello spettacolo, della cultura e delle istituzioni sensibili alle tematiche ambientali”.“Quest’anno – aggiunge -festeggiamo la XXIVesima edizione dedicata alla bellezza: ai paesaggi, ai beni culturali, alla coesione sociale e alle buone pratiche e alla greeneconomy. Nelle numerosissime iniziative e nei dibattiti si parlerà soprattutto di greeneconomy in chiave sostenibile, di energie rinnovabili e risparmio energetico, passando attraverso il nostro no alle mafie e alla salvaguardia della biodiversità. E in più grandi novità: dal primo prototipo di casa ecologica a emissioni zero per il Mediterraneo all’autobus realizzato in Cina. Presenteremo le aziende e le istituzioni toscane fortemente proiettate verso la sostenibilità proprio perchè l’unico modo per rispondere alla crisi è innalzare la qualità e fare chiare scelte ecologiche. Molte le idee anticrisi che proporremo, da accorgimenti per modificare i propri stili di vita all’abitare sostenibile, passando dalla promozione dei prodotti tradizionali e biologici”.

Tra gli altri, sono attesi a Ripescia il ministro dell’ambiente Corrado Clini, Don Luigi Ciotti di Libera e il direttore del Kyoto club, Sergio Andreis: tutti, insieme ad altri, animeranno i dibattiti. Ma ci saranno anche concerti di artisti di fama nazionale e internazionale. Tra le tematiche di questa edizione, per quanto riguarda la musica, oltre alla poesia di De Gregori, ci sarà la musica etnica dal sud del mondo e dall’est europeo con Mannoia, Bregovic e Capossela. Il festival si aprirà con il fascino inesauribile della musica di Vinicio Capossela, venerdì 10 agosto. L’11 agosto sarà la volta di Francesco De Gregori, il 12 agosto l’allegria e la simpatia di Rocco Papaleo mentre il 13 la P.F.M. Il 14 agosto Fiorella Mannoia e il 15, per Ferragosto, la band maremmana dei Quartiere Coffee aprirà il concerto di Alborosie. Il 16 agosto sarà la volta degli Afterhours, il 17 a grande richiesta Caparezza, il 18 l’irresistibile Teo Teocoli e il 19 agosto chiusura con la musica balcanica di Goran Bregovic.

Il Festival, quest’anno, strizza anche l’occhio al portafoglio, con abbonamenti ancora più convenienti: per le prime 300 persone che sottoscriveranno l’abbonamento, le 10 serate costeranno solo 45 euro. I successivi pagheranno 50 euro, mentre le altre forme di abbonamento prevedono: 20 euro per 3 serate e 30 euro per 5 serate. La cultura è di tutti e con questa edizione è davvero alla portata di tutte le tasche. Insieme per sostenere la cultura e la coscienza popolare sui temi fondamentali dell’ecologia, dell’ambiente e della solidarietà.

Tra le novità gastronomiche del 2012 ci sarà La Bottega De(l)gusto: un’area arricchita con la presenza di prodotti biologici e tipici di qualità legati sia alla realtà locale maremmana sia al panorama nazionale. All’interno di questo spazio degustazioni e laboratori del gusto per incentivare il consumo di prodotti agricoli in armonia con la natura, legati alla stagionalità, e soprattutto alle tradizioni del territorio. Ci sono poi il Ristorante vegetariano più grande d’Italia, dove assaporare piatti speciali preparati dallo chef internazionale Giuseppe Capano, e il ristorante “Peccati di gola” situato in un suggestivo uliveto sotto le stelle dove degustare ogni sera, a lume di candela, un menù diverso con piatti della migliore tradizione toscana abbinati a una selezione dei migliori vini del territorio. Ma per chi gradisce uno spuntino al volo o un boccone tra un dibattito e uno spettacolo ci sono i quattro Bar e la “Stuzzicheria” dove gustare aperitivi bio, insalate di farro, panini e stuzzichini con salumi, formaggi e verdure, o semplicemente frutta fresca, succhi, gelati e dolci tipici. Ricca anche la Rassegna degustazione sui migliori vini biologici nazionali e sui migliori oli extravergine d’oliva.

Per informazioni: www.festambiente.it.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie