“Genesi”,viaggio fotografico nei cinque continenti ultimo grande lavoro di Salgado

“Genesi”,viaggio fotografico nei cinque continenti che documenta la rara bellezza e le zone (ancora) incontaminate del nostro pianeta,200 scatti in bianco e nero del fotografo brasiliano Sebastião Salgado.

Da mercoledì 15 maggio fino al 15 settembre al Museo dell’Ara Pacis a Roma la mostra “Genesi”.

L’esposizione, a cura di Lélia Wanick Salgado (moglie dell’artista) e che resterà nella Capitale fino al 15 settembre, è l’ultimo grande lavoro di Salgado, nato Aimorés (Brasile) nel 1944, ma residente a Parigi: uno sguardo appassionato, teso a sottolineare la necessità di salvaguardare il nostro pianeta e di assumere nuovi comportamenti più rispettosi della natura e di quanto ci circonda.

7e76d00ed021dfdbd5c2134c2986be16

5-680x497

La mostra è suddivisa in cinque sezioni che ricalcano le zone geografiche in cui Salgado ha realizzato le fotografie: Il Pianeta Sud, I Santuari della Natura, l’Africa, Il grande Nord, l’Amazzonia e il Pantanàl. Un giro del mondo, che va dall’Amazzonia al Congo, dall’Indonesia e la Nuova Guinea ai ghiacciai dell’Antartide, dalla taiga dell’Alaska ai deserti dell’America e dell’Africa fino ad arrivare alle montagne dell’America, del Cile e della Siberia.

per informazioni:Museo dell’Ara Pacis

 

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie