La “Carta della Buona Geotermia” fa tappa ad Abbadia San Salvatore

Una due giorni dedicata ad approfondire il tema “Geotermia” a 360 gradi, organizzata da GIGA membro e Coordinamento FREE, in collaborazione con il Comune di Abbadia e le testate online Ecquologia e QualeEnergia.

Venerdì 29 e sabato 30 gennaio il Cinema Teatro Amiata di Abbadia San Salvatore ospiterà una due giorni dedicata all’approfondimento sul tema “Geotermia” a 360 gradi, nell’ottica di fornire un servizio d’informazione e uno strumento di partecipazione ai cittadini e per cercare di comprendere, se si tratti di “una risorsa o una disgrazia”. La volontà alla base di quest’iniziativa è portare a un tavolo comune il meglio della ricerca, delle aziende nazionali impegnate a dare un volto nuovo ed ecosostenibile alla geotermia, la politica e i comitati di cittadini che in questi anni si sono organizzati a difesa della salute dell’intera comunità.

Nella giornata di Venerdì si terrà un tavolo di confronto politico che vedrà sul palco il Sottosegretario del Ministero dello Sviluppo Economico Simona Vacari, gli Onorevoli Samuele Segoni (AL) e Marco Donati (PD), i Senatori Gianni Girotto (M5S) e Loredana De Petris (SEL – Sinistra Italiana), l’Assessore regionale Federica Fratoni e il capogruppo del Pd in Consiglio Regionale Leonardo Marras. Interverranno anche Jacopo Fo e Francesco Ferrante, Vice Presidente del Kyoto Club.

Durante i workshop si discuterà delle migliori tecnologie geotermiche ecosostenibili, con interventi, tra gli altri, delle Università di Firenze, Pisa e Milano, dell’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia, del Centro Ricerche Casaccia dell’Enea, dell’Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria del CNR e del Politecnico di Milano.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie