La rivoluzione con il cibo,Slow Food Day 26 Maggio 2012

Un viaggio lungo la penisola alla scoperta degli eventi organizzati nelle tre storiche capitali italiane: Torino, Firenze e Roma. E’ la proposta del secondo Slow Food Day del 26 maggio, dedicato ai temi del cibo e dei cambiamenti climatici, con attenzione particolare ai prodotti di filiera, al rapporto diretto con i produttori e all’educazione alimentare, con il coinvolgimento di 300 piazze italiane. Per l’occasione sarà distribuita gratuitamente “Fulmini e polpette”, la nuova guida di Slow Food alle buone pratiche per una dieta amica del clima.

In programma, momenti di incontro e confronto, laboratori alla scoperta di antichi sapori, per imparare a lavorare i prodotti e scoprire cibi poco conosciuti. La giornata della Condotta Slow Food di Torino inizia al mercato di Piazza Madama Cristina, per proseguire con due laboratori per imparare a leggere le etichette e scegliere consapevolmente il cibo. Nel pomeriggio è la volta della Casa del Quartiere di San Salvario per incontrare i responsabili di una cooperativa agricola, capire in cosa consiste il loro lavoro e partecipare a un laboratorio sulla pasta artigianale. Il ricavato della giornata sarà devoluto alla fondazione Terra Madre.

A Firenze le attività dello Slow Food Day si concentrano all’interno della fiera Terra Futura che ospiterà convegni sull’importanza della scelta dei prodotti per le mense scolastiche e il valore del cibo. In programma anche la Biciclettata del gusto tra le vie della città, con quattro tappe enogastronomiche e, nel piazzale Michelangelo, in un locale storico e in compagnia dei mastri birrai, la presentazione della nuova Guida alle Birre d’Italia di Slow Food Editore. A Roma, l’Hortus Urbis, antico orto romano situato nel parco dell’Appia Antica, ospiterà una lezione di Yoga nell’orto e laboratori per grandi e piccini. Per i bambini lezioni su come fare il compost e sul miele; per gli adulti lezioni di cucina, per scoprire nuovi prodotti e i segreti del pesce. Non mancherà il mercato con i produttori dello Slow-Gas e dei Mercati della Terra.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie