I rinoceronti rischiano l’estinzione: continua il boom di richieste di corni

9

La crescente domanda di corni di rinoceronte per la medicina tradizionale asiatica rischia di annullare decenni di sforzi ambientalisti per diminuire il ricorso al prezioso e raro materiale. La denuncia arriva dal Southern Africa Rhino Management Group che ha lanciato l’allarme: se la caccia ai rinoceronti continua a questi ritmi, il numero dei morti superera’ le nascite, intrappolando la popolazione animale in una spirale discendente.

L’epicentro delle attivita’ illegali di bracconaggio e’ il Sud Africa: nel 2007 sono stati uccisi 13 rinoceronti. Numero che lo scorso anno e’ salito a 448, mentre dall’inizio del 2012 il conto delle vittime e’ gia’ a 200.

Una strage in crescita in paesi come Kenya e Zimbabwe, secondo quanto riportato dal Telegraph. Grazie agli sforzi degli ambientalisti e alle numerose campagne per salvare il rinoceronte, la popolazione era cresciuta. In Africa si contano attualmente oltre 20mila rinoceronti bianchi e 4.800 neri. Ma i successi delle politiche “green” sono adesso minacciati dalla imponente richiesta di corni dall’Asia per il tradizionale rimedio naturale venduto sul mercato nero. A prezzi da capogiro: un chilo dell’introvabile materiale puo’ arrivare a costare 50mila euro.