VANDA BIANCHI LA PAROLA “RESISTENZA” – QUELLO CHE (NON) HO

8

“Sono figlia di un sovversivo. Quando ero piccola, durante il fascismo, non sapevo neanche che cosa volesse dire quella parola. Ne avevo paura. Quando mi è toccato lasciare gli studi, da bambina, mi sono messa a piangere perché avrei voluto studiare, capire come girava il mondo. Ma non c’è bisogno di avere un granché di istruzione, in certi frangenti. Basta un po’ di buon senso.”