Paura nucleare in Francia,fuga di vapore ad altissima temperatura

Paura a Fessenheim, in Alsazia, la più antica centrale nucleare francese in attività, aperta nel 1977. Nel pomeriggio, durante un’operazione di manutenzione, a causa di un errore si è verificata una fuga di vapore ad altissima temperatura che ha bruciato alle mani due operatori. Secondo Electricité de France, che gestisce la struttura, l’incidente non è avvenuto nel reattore e non ha provocato alcuna fuga radioattiva. Ha però fatto scattare l’allarme anti-incendio e provocato un massiccio intervento dei pompieri. La notizia diffusa da un giornale locale che i feriti sarebbero più numerosi non è per ora confermata.L’incidente, assicurano l’Edf e le autorità, non è preoccupante. Ma assume un significato particolare perché si è verificato proprio alla centrale di Fessenheim, una struttura al centro di violente polemiche. Gli ecologisti francesi (e non solo loro: la centrale si trova sul confine tedesco e poco lontano da quello svizzero) ne hanno più volte reclamato la chiusura. In campagna elettorale, François Hollande l’aveva promessa agli ecologisti entro il 2017, quando la centrale «compirà» 40 anni. Ironia della sorte, l’incidente si è verificato proprio mentre i rappresentanti di tre associazioni ecologiste erano ricevuti al ministero dell’Ecologia per discutere… della sicurezza di Fessenheim.

fonte:lastampa.it

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie