Set 40 Fiori di Bach da 10 ml

I fiori che raccogliamo provengono, in maggioranza, da prati, pascoli e boschi della nostra azienda biologica… Trenta ettari di terreni che si trovano nell’ Appennino Tosco-Romagnolo, nel Comune di Bagno di Romagna, ad un altitudine che varia da 500 a 1000 m.

Alcuni fiori, come ad esempio Beech, Holly e Larch, li raccogliamo ad altitudini maggiori, in vicine ed incontaminate località quali Camaldoli, La Verna e il Monte Fumaiolo (dove sorge il Tevere), nelle vicinanze del nuovo Parco Regionale e della Foresta della Lama. Infine, alcune piante non spontanee in Italia come ad esempio Cerato, le coltiviamo con i metodi dell’ Agricoltura Biologica.

Abbiamo scelto di preparare le nostre essenze con fiori italiani, poiché riteniamo che piante cresciute nel nostro stesso ambiente siano ancor più efficaci in quanto, nutrite della stessa acqua, della stessa terra e del medesimo sole di cui ci nutriamo anche noi, hanno un temperamento più simile al nostro; ed inoltre, il sistema di cura ricercato dal Dott. Bach aveva tra le sue più intrinseche caratteristiche quella di essere semplice, alla portata di tutti, naturale, come il fatto di raccogliere i fiori che ci vivono vicini.

Per quanto riguarda il metodo di preparazione delle essenze floreali seguiamo scrupolosamente il metodo indicato dal Dott. Bach: i fiori appena colti, al massimo del loro splendore, vengono posti in un recipiente di vetro contenente acqua di sorgente e dopo alcune ore di esposizione al sole, si filtra l’ essenza ottenuta e si aggiunge, in pari quantità, alcool a 30° in qualità di conservante. Usiamo alcool al posto del Brandy, perché di sicura provenienza biologica.

Ci accomuna a Edward Bach, ci permettiamo di dirlo, il desiderio di vedere ogni uomo felice e libero da paure e malattie ed è proprio questa motivazione che ha trasformato in professione la nostra Passione.

COSA SONO I FIORI DI BACH

 

I Fiori di Bach sono trentotto rimedi preparati a partire da fiori selvatici messi in infusione in acqua di sorgente e posti al sole per alcune ore, oppure preparati per decozione nel caso in cui la fioritura avvenga nel periodo invernale quando il sole è ancora troppo tiepido; a questo infuso o decotto viene aggiunto del brandy in qualità di conservante.

Si effettua poi una diluizione per ottenere la soluzione da usare durante la terapia; attualmente si trovano  in commercio, solo essenze già pronte per l’uso, con diluizioni diverse a partire da 1:200 sino a 1:100.000 (altrimenti detta D5).

È frequente raccogliere perplessità sui rimedi floreali preparati in luoghi diversi da quelli scelti da Bach, si dice che la loro energia sia diversa e certamente è vero che il temperamento dell’ Impatiens nata in Inghilterra può essere diverso da quello della stessa pianta nata in Italia, così come è anche vero che diverso è il temperamento di un Inglese rispetto a quello di un Italiano,  ognuno di noi  affonda le sue radici e si nutre della Terra  che lo ospita.

Bach stesso si fece preparare Olive con fiori  italiani e Vine con fiori di viti svizzere e, soprattutto, si adoperò per trovare un sistema di cura che fosse semplice, alla portata di tutti e con il quale fosse possibile curarsi da soli, riscoprendo di avere salute e felicità nelle nostre mani o ancor meglio …  nei nostri prati.

COME AGISCONO E COME SI USANO

La floriterapia funziona in base a meccanismi non ancora spiegati scientificamente; le proprietà all’inizio intuitivamente attribuite ad ogni rimedio floreale sono poi state convalidate da rigorose osservazioni nella pratica terapeutica.

Come dice Bach, la malattia da un punto di vista spirituale è “il risultato di un conflitto tra l’ Anima e la Mente” e l’ azione dei rimedi floreali è quella di ristabilire il giusto equilibrio fra le istanze dell’ Anima e la vita quotidiana, sbloccando la forza mentale e ristabilendo la naturale capacità del corpo alla guarigione.

Individuato il fiore o alcuni fiori, nel qual caso è opportuno effettuare una miscela in parti uguali,  che più corrispondono al principale stato mentale negativo che ci affligge, è sufficiente assumere quattro gocce quattro volte al giorno, da porre sotto la lingua con il contagocce e da trattenere per qualche secondo in bocca. Le gocce, sempre in numero di quattro,  possono essere anche diluite in un bicchiere d’ acqua da sorseggiare durante la giornata.

Nel caso del rimedio di emergenza, l’ assunzione può essere effettuata anche ogni cinque minuti.

E’ consigliabile assumere i rimedi almeno per un periodo di quindici  giorni  per  poi  verificare  se  è opportuno sospendere il  trattamento,  continuare  con  lo stesso  fiore o  con un altro o  … cambiar vita!

E’ importante sapere che ai rimedi floreali non sono riconosciuti effetti collaterali o controindicazioni di alcun genere, che non danno assuefazione e che possono essere utilizzati da tutti, bambini compresi.

Descrizione di Set 40 Fiori di Bach da 10 ml

Il cofanetto, in prezioso legno di faggio, contiene 40 bottigliette da 10 ml con l’essenza madre del fiore nella diluizione 1:200 in alcool a 15°. Questa diluizione corrisponde alle 2-3 gocce in un flacone da 1 oncia (30 ml.) che Edward Bach suggeriva come diluizione da assumere direttamente.

Oltre ai seguenti 38 fiori nel cofanetto sono incluse 2 bottigliette di Emergency, ovvero la miscela ideata da Bach di Cherry plum, Clematis, Impatiens, Rock rose e Star of Bethlehem.

N.B. Attenzione! Non si tratta di stock-bottle.

 
Condividi questo articolo: 




Altre Notizie