Apple,30 anni di innovazioni tecnologiche

Il 24 gennaio 1984,il primo personal computer del mondo Apple Macintosh presa vita. Una delle più influenti innovazioni tecnologiche di quel periodo, design innovativo e la sua semplicità guidarono l’esplosione dei computer per tutti. Soprattutto se si pensa che Apple creò la prima macchina desiderabile quando i computer erano dei mostri manovrati da un tecnico all’interno di stanze enormi.Steve Jobs inventò il primo Mac – un’unica macchina beige con schermo, torretta integrati e mouse – in un periodo in cui i personal computer erano ancora un sogno e venivano usati solo da schiere di geek e da impiegati all’interno di uffici. Come tutti gli altri pc sul mercato aveva una potenza relativamente bassa e veniva usato per scrivere, per fare calcoli o per la grafica. Internet, i social network, gli mp3 non erano ancora stati pensati. Jobs voleva produrre un computer che potesse essere usato da tutti, semplice e intuitivo, eliminando tutti i comandi complessi che servivano per far muovere i suoi rivali: da Ibm a Commodore. Non solo perché getto le basi dell’interfaccia grafica che ogni giorno usiamo sugli smartphone e sui tablet.

Il suo lancio fu seguito dalla storica pubblicità firmata da Ridley Scott e presentata al Superbowl il 22 gennaio di quell’anno: “And you’ll see why 1984 won’t be like ‘1984’”, citando il romanzo di George Orwell 1984 e mostrando una donna in pantaloncini rossi che distrugge lo schermo dal quale il Grande fratello controllava la popolazione.

Oltre a questo il Mac fu il primo computer ad essere commercializzato con un mouse che poi divenne uno standard: di certo non fu Jobs ad inventarlo – era stato sviluppato da Xerox – ma fu il primo a trasformare le ultime novità tecnologiche in un successo commerciale. Le specifiche? Come dicevamo rispetto a oggi erano preistoriche: schermo da 9 pollici, 128Kb di Ram.Un altro capitolo è rappresentato dai prezzi: se in quel periodo un computer Apple Lisa (sviluppato dal 1978) costava intorno ai 10.000 dollari e un Ibm 3.270 dollari, il nuovo Mac fu lanciato con un prezzo di 2.520 dollari (rapportato a oggi costerebbe circa 5.000 dollari). Jobs – emozionato, in giacca con papillon, lontano anni luce dalla divisa lupetto nero e jeans – lo estrasse da una borsa bianca e inserì un floppy disk preso dal taschino della sua giacca.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie