Contro l’asma una dieta ad alto contenuto di fibre

Un’alimentazione ricca di verdure sopratutto -quelle di stagione-è fondamentale per combattere il sovrappeso e l’eccessivo consumo di proteine animali.Inoltre,secondo una ricerca condotta da un gruppo di scienziati dell’Istituto Garvan di Sydneye e guidata da Charles MacKay, è stato dimostrato che le fibre, abbondanti in cibi come crusca, verdure e alimenti minimamente trattati, influenzano indirettamente la funzione del sistema immunitario proteggendo da malattie anche non legate al tratto digerente.

La scoperta, spiega MacKay, mette in luce un legame molecolare fra nutrizione, flora batterica intestinale e risposte immunitarie, il che spiegherebbe la rapida diffusione di malattie infiammatorie come asma, allergie, artrite reumatica e diabete.

Quando le fibre raggiungono il colon, i batteri la convertono in composti chiamati acidi grassi a catena corta, che hanno un assorbimento diverso dagli altri acidi grassi. Era già noto che questi composti possono legarsi ad una molecola recettore espressa da certe cellule immunitarie, ma il significato del legame non era compreso.

Gli studiosi australiani hanno dimostrato che il recettore GPR43 combatte le infiammazioni, e che i topi a cui manca questa proteina sviluppano di più infiammazioni e inoltre hanno una minor capacità di combatterle, perché le loro cellule immunitarie non aderiscono agli acidi grassi a catena corta. “Se gli stessi processi operano anche sull’uomo – conclude MacKay – si apriranno nuove strade alla ricerca sulle malattie autoimmuni come asma, diabete tipo 1 e artrite reumatica”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie