L’importanza dell’utilizzo delle fibre naturali nell’abbigliamento per bambini

Bambini che, dopo aver dormito placidamente nella culla, si ritrovano ad essere sudati come se avessero corso una maratona? O peggio ancora che si ritrovano ad avere arrossamenti della sua pelle in corrispondenza dei gomiti e delle ginocchia?

Potrebbe trattarsi di un problema di tessuti; quelli utilizzati nei loro abiti (pigiami ed intimo in primis) ovviamente.

Prezzi super scontati sull’abbigliamento bimbo derivano sempre più spesso dall’utilizzo di fibre artificiali che certo non fanno bene a corpi così delicati. Ecco perché molti pediatri, e non solo loro, insistono sull’importanza di utilizzare fibre naturali.

Sono tre quelle che offrono maggiori benefici e non è nemmeno sempre vero che il loro prezzo è sempre e per forza superiore a quello delle fibre sintetiche; marchi italiani come ad esempio Original Marines, uno tra i leader del settore, dimostrano che si possono acquistare capi in fibre naturali a prezzi contenuti.

Sì ma quali fibre naturali? La fibra che offre il miglior compromesso tra prezzo e funzionalità è quella del cotone naturale che consente ottimi livelli di traspirazione oltre ad essere un ottimo strumento per espellere l’umidità che si annida sui vestiti dei bambini, limitando in questo modo il rischio di fastidiosi raffreddori. Per questo diventa fondamentale scegliere con attenta cura l’abbigliamento, sia per bimbo che per bimba, che più si avvicina alle esigenze dei più piccoli, consultando ad esempio tra i cataloghi disponibili online dove si trovano delle schede descrittive per ogni singolo capo, con le specifiche dei materiali utilizzati (ad esempio vedi qui).

Anche la lana naturale è un’ottima fibra per i capi di abbigliamento bimbo. La sua struttura è infatti in grado di mantenere la temperatura corporea e proteggere così ossa e vie aeree da quegli sbalzi termici che sono alla base dei principali malanni stagionali come l’influenza.

C’è poi una terza fibra naturale che garantisce evidenti benefici ma che purtroppo viene poco utilizzata per la moda bimbo: è la seta.

È vero che i suoi costi non sono comparabili con quelli del cotone, ed è anche vero che non sempre si presta a creazioni moda per i più piccoli (specialmente per i maschietti), eppure la seta è una delle fibre naturali con maggiori benefici perché in grado di prevenire (ed in molti casi anche curare) le infiammazioni dell’epidermide.

Rosaria Ciocchi

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie