Marina Militare italiana,la Foscari la prima nave della “flotta verde”

Augusta (Siracusa) Green Diesel sul pattugliatore d’altura Foscari della Marina Militare italiana, che diventa così la prima nave della “flotta verde”.Il gasolio navale verde è una miscela formulata dalla Marina Militare con Eni, ottenuta da “feedstock” non in competizione col mercato alimentare. “L’elevato contenuto di biocombustibile di nuova generazione – sottolinea lo stato maggiore della Marina militare – è un risultato di eccellenza per il trasporto marittimo in generale”.

La produzione del gasolio navale verde avverrà in Italia, nella bio-raffineria di Porto Marghera (Venezia) a partire dal prossimo mese di marzo.”I risultati delle prove – afferma la Marina militare – sono eloquenti: il passaggio da un combustibile all’altro è avvenuto senza alcuna variazione delle prestazioni e dei parametri termodinamici dei motori di propulsione e dei generatori. La riduzione misurata delle emissioni di anidride carbonica e di emissioni inquinanti è in linea con le attese. Il nuovo prodotto è compatibile con le macchine e con i circuiti esistenti senza apportare alcuna modifica e senza particolari accorgimenti”.

“La sperimentazione di questo green diesel da parte della Marina Militare – viene poi sottolineato da Eni – è un banco di prova di assoluta eccellenza, in quanto la quota bio utilizzata per la formulazione del combustibile ha toccato il 50%”. Navi militari eco-efficienti permetteranno in futuro, aggiunge la Marina, di “ridurre il consumo di derivati petroliferi, contribuendo al raggiungimento degli impegni assunti dall’Italia e dall’Unione Europea in campo internazionale sul contenimento delle emissioni di inquinanti atmosferici e di gas serra, in accordo con le linee guida della Strategia Energetica Nazionale”.

 

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie