Niente crisi per gli smartphone,nel 2013 un miliardo di pezzi venduti

Gli smartphone non conoscono crisi nel 2013, un miliardo pezzi venduti.Complice di questa crescita costante, anche la continua discesa dei prezzi dei dispositivi ‘intelligenti’: il costo medio è infatti sceso a 236 euro, in calo del 12% rispetto a un anno fa. Con l’accordo globale tra il colosso di Mountain View e la società sud coreana i modelli con sistema Android,nel 2013 è stata consolidata la leadership,occupando il 31,3% del mercato.313,9 milioni di modelli sono stati venduti di Samsung,considerando che Apple ha comunque raggiunto un suo nuovo record con 153,4 milioni.

Ottime performace anche per le asiatiche Huawei LG e Lenovo. Hanno venduto, rispettivamente, circa 48, 47 e 45 milioni di pezzi, restando nella rosa dei migliori cinque, ma ben distanziati, occupando una fetta di mercato che va dal 4,9 al 4,5 per cento. Lg coreana a parte, le aziende cinesi confermano il loro ottimo stato di salute, facilitato da un mercato nazionale che è tra i più vasti e promettenti del mondo.La Cina si è impadronita del primato dei consumatori di tecnologia, lasciando alle proprie spalle l’America del nord. L’anno scorso, infatti, l’espansione di questo mercato ha raggiunto i 282 miliardi di dollari nel colosso orientale, vale a dire il 27% della torta globale. Il Nord America, invece, pure in crescita del 3%, ha totalizzato il 24%, mentre il Vecchio Continente ha bruscamente frenato (-3%) scivolando al 17%.

Tutte le più grandi produttrici di smartphone, Apple inclusa, e di altri dispositivi portatili si preparano ad abbassare i prezzi dei loro prodotti per conquistare il grande pubblico della Repubblica Cinese e degli altri Paesi emergenti. Una politica che potrebbe moltiplicare i volumi di vendita, ma ridurre leggermente i profitti dell’elettronica di consumo , imperturbabile oasi di segni positivi anche nei giorni più duri della crisi economica globale.Il prezzo medio per un cellulare di nuova generazione è progressivamente sceso dai 444 dollari del 2010 ai 345 dollari del 2013. Per l’anno in corso, si prevede di scendere di poco sotto la soglia dei 300 dollari. Gli smartphone, in ogni caso, sono ormai i protagonisti della telefonia cellulare. La spedizione di 1.004 milioni di unità costituisce il 55,1 per cento di tutte le vendite nel 2013, superando di slancio i modelli di cellulare di base.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie