nutrizionisti britannici:lo zucchero è l’alcol dell’infanzia

6

Un gruppo di ricercatori ha intrapeso una “battaglia” contro lo saccarosio aggiunto nei cibi. Chiedono con forza alle aziende di non pubblicizzare bibite zuccherate e snack per bambini, visto che, a loro giudizio, lo zucchero è diventato “l’alcol dell’infanzia”. Il loro appello è rivolto al Governo affinché multi i produttori che non ridurranno i livelli di saccarosio o introduca una tassa sullo zucchero. Il problema, sottolineano i ricercatori, non sono solo le bibite, ma anche zuppe, yoghurt e altri cibi pronti, dove si ‘nascondono’ l’equivalente di 4 o 5 cucchiaini di zucchero.

Simon Capewell, professore di epidemiologia alla University of Liverpool, afferma: Dobbiamo agire in fretta, per cambiare l’atteggiamento di una industria alimentare che pensa ai profitti e non alla salute.In Inghilterra un adulto su quattro è tecnicamente obeso e questa percentuale è destinata a salire per il 2050 al 60 per cento negli uomini, al 50 per cento nelle donne e al 25 per cento nei bambini. Diabete e obesità costano alla Gran Bretagna 5 miliardi all’anno, che si prevede diventeranno 50 nei prossimi 36 anni.Molte aziende hanno firmato un’intesa con il governo per ridurre del 10 per cento lo zucchero dagli alimenti, ma gli esperti dicono che non è ancora abbastanza.

Un’ altro studio condotto da Paul van der Velpen,del Servizio Sanitario di Amsterdam, spiega:lo zucchero è una vera e propria droga che dovrebbe essere strettamente limitata. Lo zucchero, sostiene l’esperto, dà una forte dipendenza da cui è difficile liberarsi quanto quella dal tabacco. La dieta funziona solo temporaneamente, una terapia contro le dipendenze è certamente migliore”, spieg van der Velpen. “I prodotti zuccherati dovrebbero venir etichettati come le sigarette. Lo zucchero crea dipendenza ed è un male per la salute” conclude lo scienziato.

E’ bene anche sapere che troppo zucchero ci fa perdere la nostra capacità di memorizzare e di fare calcoli.
Impoverisce il corpo di sali minerali (soprattutto calcio dei denti e dalle ossa),impegna e intossica il fegato,produce acidi grassi,perdita di memoria,sonnolenza.