Regione Toscana,nuovo piano a tutela del paesaggio

La Regione Toscana vara nuove misure a sostegno del paesaggio. Su iniziativa dell’assessore Anna Marson, la Giunta regionale approva un testo da proporre al Consiglio.

“Si tratta di un piano ‘ciclopico’ che stabilisce regole più precise per tutelare il nostro territorio e garantire il buon governo delle possibili trasformazioni”, dice il presidente Enrico Rossi. Sempre secondo Rossi, le nuove leggi riducono “la discrezionalità sugli interventi con l’obiettivo di evitare speculazioni ed ecomostri e tutelare il carattere di bene comune del nostro paesaggio”. Per la scrittura di questa proposta ci sono voluti due anni e la collaborazione di tutte le università della Toscana, compresi diversi ricercatori. “E’ un piano che approfondisce la conoscenza, l’interpretazione e la rappresentazione dei paesaggi presenti sull’intero territorio regionale”, spiega l’assessore Marson. “L’insieme dei suoi elaborati-continua- consente di superare pareri eccessivamente discrezionali, a favore di un insieme di regole pubblicamente deliberate e condivise”.

Le zone interessate dal progetto sono 365, fra cui coste, fiumi e corsi d’acqua, foreste e boschi. I provvedimenti sono divisi in due categorie:  regionale, e quello d’ambito che suddivide il territorio toscano in 20 aree. Per ogni ambito è stata redatta una specifica “Scheda d’ambito”, che approfondisce le elaborazioni di livello regionale ad una scala di maggior dettaglio, sintetizzando i relativi valori e criticità. “Il paesaggio in Toscana conta – dice ancora l’assessore – è un bene comune di tutti i suoi abitanti, che incorpora la memoria del lavoro delle generazioni passate e costituisce un patrimonio per le generazioni a venire”

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie