Albicocca, pesca, prugna e ciliegia: gli oli di armellina

Per la bellezza io uso esclusivamente prodotti naturali al cento per cento. Ho sempre sostenuto il naturale curativo fin dove possibile naturalmente, e Madre Natura ci offre un ventaglio di possibilità incredibile per prenderci cura di noi stessi e della nostra bellezza.

Oggi parliamo degli oli di armellina, tanto cari nell’ambito della diluizione degli oli essenziali e non. In realtà, l’armellina è il seme dei frutti delle piante di albicocco, pesco, susino e ciliegio, tutte appartenenti alla famiglia Prunus, come il mandorlo.

A parte quello di ciliegia, gli oli di questa famiglia posseggono caratteristiche molto simili, in particolare albicocca/mandorla e pesca/prugna, e possono quindi venire usati indifferentemente tra loro. Questi oli vegetali si ottengono dalla spremitura a freddo dei noccioli dei frutti. Largamente impiegati nell’industria cosmetica, tutti gli oli di armellina si caratterizzano per la loro elevata leggerezza, che li rende molto facilmente assorbibili e decisamente poco untuosi, quindi, ottimi per i massaggi.

Olio di albicocca

L’olio di semi di albicocca (Prunus Armeniaca) ha un bel color giallo chiaro o paglierino, aroma fruttato particolarmente delicato, quasi impercettibile, ed è un ottimo vettore per gli oli essenziali. Ricco di preziosi nutrienti, l’olio di albicocca possiede notevoli proprietà antiossidanti, idratanti ed emollienti, stimola la rigenerazione cellulare, riequilibra la produzione sebacea cutanea, contrasta la formazione delle rughe e riduce gli inestetismi.
Adatto a le pelli secche e miste, ha effetti antietà e rende la pelle elastica e vellutata. Inoltre, è molto efficace nel proteggere l’epidermide dagli agenti atmosferici.
Ottimo come struccante, pur essendo delicato rimuove anche il make up più resistente.

Olio di pesca

L’olio di semi di pesca (Prunus Persica) è giallo chiaro con una fragranza dolce e sottile, simile a quella dell’olio di mandorle. È un olio particolarmente fluido, molto indicato per alleggerire oli di alta viscosità. Ha proprietà antiossidanti, rigeneranti, idratanti, emollienti, lenitive e leviganti, aumenta l’elasticità della pelle e ne impedisce la disidratazione. Consigliato per pelli mature, secche e sensibili, è ideale anche per la pelle dei bambini.

Olio di prugna

L’olio di semi di prugna (Prunus Domestica) ha tonalità giallo chiaro e ha una piacevole profumazione dolce molto caratteristica, che richiama quella del marzapane.
Le sue proprietà emollienti, nutritive, idratanti, antiossidanti e lenitive lo rendono particolarmente indicato per le pelli secche e sensibili, e per quelle mature. È molto efficace anche nel trattamento delle pelli devitalizzate.

Olio di ciliegia

L’olio di semi di ciliegia (Prunus Avium) si differenzia dagli altri oli di questa famiglia per il suo contenuto record in acido linoleico, che è di circa il 75% del totale degli acidi grassi presenti. Di un bel color giallo oro ha un gradevole aroma di mandorle amare.
Sull’epidermide l’olio di ciliegia ha azione ristrutturante e rigenerante, ed effetti rinfrescanti, astringenti e purificanti. Inoltre, promuovendo la mobilizzazione dei depositi idrici e grassosi, e contrastandone la formazione, combatte in modo efficace la cellulite.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie