MSM, il metilsulfonilmetano fonte di zolfo organico e sue proprietà

Niente panico, non è quel che si possa immaginare. Non è un farmaco sintetizzato chimicamente, è solo una molecola tutta naturale che contiene un elemento molto importante: lo Zolfo.
Sto parlando del metilsulfonilmetano o MSM (e non MMS). Lo si trova sia nel regno vegetale che in quello animale ed è un donatore di Zolfo. E’ il quarto elemento per importanza e per quantità presente nel corpo umano 0,2% circa. Dato che si trova in molti enzimi, lo Zolfo è fondamentale per la sintesi dei connettivi articolari, dei capelli e unghie, perciò la sua scarsa biodisponibilità è in relazione alle artriti, connettiviti, artrosi e negli enzimi e ormoni che lo contengono come ad esempio l’insulina.

Dove si trova? Nelle brassicacee: broccoli, cavoli, cavolfiori, cavoletti di Bruxelles, sono una fonte ricchissima di MSM, per questo motivo sono alimenti indicati per sopperire alla mancanze di zolfo; utili quindi agli sportivi e a coloro che hanno problemi articolari.

Oltre alle Brassicacee, lo si trova nell’aglio, nella cipolla, nelle uova, in particolare il tuorlo. Da queste fonti alimentari l’uomo trae lo Zolfo sia attraverso gli aminoacidi solforati cistina, cisteina, metionina, taurina (che non è un aminoacido ma un’ammina abbondate nei tessuti animali soprattutto), si trova inoltre nel latte, latticini, pesce.

Ma perchè è così importante? Studi condotti su soggetti artritici a cui si è integrata la dieta con MSM, hanno visto ridursi i sintomi tipici come gonfiore rigidità e dolore, benché i parametri ematici indicatori d’infiammazione quali la VES e la PCR non abbiano mostrato variazioni significative. Questo miglioramento sarebbe da attribuire probabilmente al fatto che il MSM migliora la permeabilità delle membrane cellulari, di conseguenza gli scambi dentro-fuori le cellule migliorano, ottimizzando quindi l’eliminazione tossinica e l’assorbimento di nutrienti a livello tissutale.

E’ probabile che questo stesso meccanismo abbia gli stessi effetti in caso di allergie, quindi l’edema conseguente al contatto con allergeni viene contrastato dai meccanismi citati.
Le ricerche in questo campo hanno portato anche alla somministrazione di MSM ad asmatici e a soggetti affetti da allergie respiratorie, permettendo così di controllare i sintomi e di conseguenza ridurre l’utilizzo di farmaci specifici. A questo proposito studi condotti in doppio cieco su circa 60 soggetti affetti da rinite allergica, in seguito all’assunzione di MSM hanno visto una drastica riduzione della sintomatologia alle alte vie respiratorie prima e, in un secondo tempo, anche i sintomi alle basse vie respiratorie migliorarono nettamente.

La tossicità del MSM è molto bassa, è pari a quella de comune sale da cucina. Quindi non devono spaventare dosaggi di MSM compresi tra 1 e 3 g al dì.

Conclusioni: un rimedio da tenere in considerazione per la sua innocuità e per le attività antinfiammatorie spiccate; utile in patologie come : artrite, osteoartrite, emicranie, allergie, intolleranze alimentari, dolori cronici. Utile anche in casi gravi come risparmiatore di farmaci che hanno tossicità elevate ed effetti collaterali notevoli.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie