Adiconsum: altra stangata su luce e gas

Adiconsum ci annuncia il rincaro delle bollette a partire proprio da questo mese. L’inverno si prospetta freddo per molte famiglie. Infatti l’Autorità per l’energia elettrica ed il gas ci rende partecipi delle nuove tariffe di riferimento in vigore dal 1° ottobre al 31 dicembre per quei consumatori che sono rimasti nel regime di mercato tutelato, cioè che non sono passati ad operatori che operano sul mercato libero, e sono rimasti con gli operatori storici.

L’Autorità ha infatti reso noto che la nuova tariffa del gas sarà del +5,4% e quella dell’energia elettrica del +1,7%, una vera e propria stangata per le famiglie italiane, proprio in quei mesi in cui per l’approssimarsi del calo delle temperature e delle ore di luce solare fa alzare i consumi di luce e gas.

Il significativo aumento, a detta dell’Autorità per l’energia, è dovuto alla crisi ucraina, ma secondo Adiconsum, Governo e Autorità potevano fare di più per scongiurare tali rialzi.

Ma analizziamo quali sono le componenti che hanno prodotto tali rincari:

Bolletta elettrica

Prezzo per kW: 19,295 cent/euro (tasse incluse)

Spesa media annua della famiglia-tipo: 521 euro dovuti a:

·49,04%: costi di approvvigionamento energia e commercio al dettaglio

·22,15%: oneri generali di sistema (l’82,80% è per le rinnovabili-A3)

·15,54%: servizi di rete (trasmissione, distribuzione e misura)

·13,27%: imposte (tasse+accise)

Bolletta gas

Prezzo per metro/cubo: 82,00 cent/euro (tasse incluse)

Spesa media annua della famiglia-tipo: 1.148 euro dovuti a:

·38,71%: costi di approvvigionamento gas naturale e attività connesse

·36,30%: imposte (accise+addizionale regionale+Iva)

·14,65%: distribuzione e misura

·5,96%: vendita al dettaglio

·3,34%: trasporto

·1,04%: gradualità per riforma condizioni economiche servizio di tutela del gas naturale e rinegoziazione contratti pluriennali di approvvigionamento

N.B.: sia nel caso dell’energia elettrica che del gas, l’incidenza maggiore è data dai costi di approvvigionamento, ma mentre per la luce l’altra componente determinante è data dagli oneri di sistema, nel gas la seconda componente è data dalle imposte che qui gravano molto di più che sull’elettricità.

Condividi questo articolo: 

Altre Notizie