Case pagate da altri – Nardella come Renzi?

Prima Renzi, poi Nardella. Alessandro Maiorano non si ferma più. In seguito allo scandalo della casa residenza del premier in Via degli Alfani,8 a Firenze, pagata dall’amico imprenditore Marco Carrai, Maiorano ha notato che, cinque giorni dopo la deposizione della denuncia, Dario Nardella cambiò rapidamente residenza con una solerzia che ha insospettito l’attuale nemico numero uno di Renzi, tanto da indurlo a inviare una segnalazione in Procura.
Dalle indagini condotte dal dipendente comunale fiorentino sulle proprietà delle case nelle quali ha abitato l’attuale sindaco di Firenze, è emerso che la prima residenza, dal 2004 fino al 2006, era in Via Garibaldi, 12; la seconda, dal 2006 fino al 2008, in via Sant’Agostino,14 mentre l’ultima residenza di Nardella, dal 2008 al 2014, in Via Villamagna, 202 la quale, dai dati catastali reperiti, risulta appartenere alla famiglia Rousseau Colzi Del Vivo.

Prima il premier e ora il suo successore come primo cittadino di Firenze. Coincidenze? Attendiamo con ansia i chiarimenti del sindaco Nardella. Nel frattempo, Maiorano si scaglia contro le tre consigliere del Movimento 5 Stelle ree, secondo lui, di non aver presentato interrogazioni in merito al consiglio comunale, nonostante la documentazione in loro possesso. Questa è un’accusa che non trova al momento riscontro in quanto ancora non ci sono giunte la documentazione in oggetto e le dichiarazioni delle consigliere.

Maiorano se la prende anche con la consigliera capogruppo del quartiere 5 per aver disatteso il suo impegno a “battere i pugni sul tavolo”, come aveva promesso allo stesso dipendente comunale. Vedremo come evolverà la situazione. Ciò che possiamo dire è che Maiorano è deciso ad andare fino in fondo nell’ottenere chiarezza. Noi continueremo a seguire da vicino gli intrighi di Palazzo Vecchio e dei suoi governanti inquilini di dimore altrui.

Condividi questo articolo: 

Altre Notizie