Clima: Pianeta sempre più caldo, Oms dichiari emergenza salute

Per salvare il Pianeta Terra è urgente puntare subito verso un sistema economico a bassa emissione di CO2, cioè decarbonizzare l’economia, una vera minaccia per la nostra salute . L’appello urgente lanciato da Fiona Godlee, direttore editoriale del British Medical Journal, secondo cui l’Oms dovrebbe dichiarare lo stato di emergenza per la salute pubblica. Godlee ricorda che l’Ipcc, ha dichiarato che il pianeta sta diventando più caldo e che il primo responsabile e l’attività umana.

I benefici per la salute delle azioni di contrasto ai cambiamenti climatici – spiega – Godlee, sarebbero peraltro sostanziali, se si considera che l’utilizzo di combustibili fossili causa circa 7 milioni di morti premature per l’inquinamento, dentro e fuori dagli edifici.

E come evidenzia l’allarme dell’ ONU, le morti di Ebola, sebbene tragiche e spaventose, sembreranno insignificanti se paragonate al caos che possiamo attenderci per i nostri figli e nipoti se il mondo non farà nulla per controllare le proprie emissioni di carbonio. Il mondo della sanità è di per sé un grande “trasmettitore” di gas serra e ha deve assumersi la responsabilità di limitarli, per evitare il paradosso di fare del male mentre si cerca di fare del bene, conclude Godlee.

Anche per gli esperti delle Nazioni Unite occorre agire in fretta per evitare effetti peggiori. Le emissioni di CO2 e di altri gas serra aumentano “in media del 2,2% all’anno tra il 2000 e il 2010, rispetto all’1,3% l’anno dal 1970-2000”; i fattori principali che hanno contribuito sono “crescita economica” e “aumento della popolazione mondiale”. Il maggior contributo alle emissioni globali è derivato dalla “combustione di petrolio e carbone”; ed in base ad alcune proiezioni, legate all’uso del carbone per rispondere alla crescente domanda di energia elettrica, “le emissioni del settore potrebbero raddoppiare o triplicare entro il 2050, rispetto al livello del 2010”.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie