Comieco: a Torino le Cartoniadi, le “Olimpiadi” della raccolta differenziata di carta e cartone

Prenderanno il via il prossimo 1° novembre e dureranno fino alla fine del mese le Cartoniadi di Torino, il campionato della raccolta differenziata di carta e cartone organizzato da COMIECO – Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, in collaborazione con Comune di Torino, Amiat, Arcobaleno cooperativa sociale e Eco dalle Città, con il contributo di Ator e Tetrapak.

La competizione coinvolgerà le famiglie e gli esercizi commerciali di 23 quartieri della città(*), che per tutto il mese di novembre gareggeranno contro se stessi per migliorare i propri risultati di raccolta differenziata di carta e cartone: saranno premiati i quartieri che raggiungeranno i maggiori incrementi percentuali rispetto al mese medio di raccolta del 2013.

Al termine del mese di gara, il quartiere che avrà totalizzato l’incremento maggiore si aggiudicherà il primo premio: 10.000 euro da suddividere tra le scuole primarie e secondarie di primo grado presenti nel quartiere. Il secondo classificato vincerà 7.000 euro e il terzo 5.000, anche questi da destinare agli istituti scolastici della zona. Tutti i premi in palio saranno messi a disposizione da Comieco e Amiat.

L’andamento della raccolta differenziata di carta e cartone nelle zone comunali in gara sarà inoltre oggetto di monitoraggio anche dopo la conclusione della gara, per i successivi mesi di dicembre 2014, gennaio e febbraio 2015. L’area che nel trimestre (si terrà conto del dato medio dei 3 mesi) avrà incrementato la sua raccolta almeno di un +5% rispetto al dato di partenza, si aggiudicherà un premio in denaro pari a 5.000 euro messo a disposizione da Eco dalle Città e da Cooperativa Sociale Arcobaleno. Nel caso in cui più quartieri facessero registrare un incremento superiore al 5%, il premio verrà assegnato alla zona con l’incremento medio più alto.

“Uno dei principali obiettivi da Assessore all’ambiente” ha commentato Enzo Lavolta “è quello di sensibilizzare i cittadini  torinesi sulle tematiche ambientali, in particolare sulla raccolta differenziata, e di  dare a loro la possibilità di intervenire con azioni concrete. Le Cartoniadi ci aiutano a valorizzare l’impegno della collettività verso un obiettivo comune: quello di una corretta gestione dei rifiuti”.

“I bambini e i ragazzi delle scuole elementari e medie della città” ha sottolineato Mariagrazia Pellerino, Assessora alle Politiche educative della Città di Torino “avranno l’occasione di partecipare attivamente alla riuscita dell’iniziativa coinvolgendo i loro genitori e tutti i cittadini in un’importante sfida per la salvaguardia dell’ambiente, un tema di grande valenza educativa e sociale. Un impegno di tutti che sarà ricompensato con un premio in denaro destinato, per la prima volta, interamente agli Istituti Comprensivi presenti nei quartieri vincitori. Un contributo importante in una fase in cui le risorse destinate alle scuole sono sempre più esigue”.

“Nelle sei grandi città che rappresentano i nostri “osservatori” nazionali, considerata la raccolta differenziata complessiva, nel 2013 la frazione di carta e cartone ha inciso con una media del 39%” ha dichiarato Carlo Montalbetti, Direttore Generale Comieco. “Torino è una di queste città e le riconosciamo alte potenzialità di miglioramento della raccolta di carta e cartone, grazie anche a questa iniziativa che promuoviamo nelle città e nelle Regioni italiane da oltre dieci anni. L’anno scorso, la città di Torino ha mandato a riciclo 148 mila tonnellate di materiale cellulosico, con una media di oltre 64 kg per abitante, superiore al dato nazionale di 48 kg per abitante. Per i servizi organizzati di raccolta differenziata comunale, Comieco ha corrisposto al Comune tre milioni e mezzo di euro”.

“Con questa iniziativa” ha detto Roberto Paterlini, Amministratore Delegato Amiat “la nostra azienda e la città di Torino intendono stimolare i cittadini a migliorare ulteriormente i già positivi risultati raggiunti in termini di raccolta differenziata della carta. Siamo poi particolarmente felici ed orgogliosi che l’impegno profuso da tutti i torinesi nella corretta raccolta della carta possa essere ripagato, grazie alle Cartoniadi, con un aiuto economico al mondo della scuola”.

“I risultati sono stati raggiunti” ha affermato Tito Ammirati, Presidente Cooperativa Sociale Arcobaleno “grazie al sistema torinese che lega ad uno sforzo condiviso il Comune, Comieco e i lavoratori di Arcobaleno, la cooperativa di inserimento lavorativo che per conto di Amiat gestisce da venti anni la raccolta del porta a porta della carta. Un equilibrio che coniuga efficienza, ecologia e valorizzazione del capitale sociale  che fa di Torino un laboratorio di eccellenza nella raccolta differenziata tra le grandi città”.

Paolo Hutter, Direttore Eco dalle Città, ha concluso: “Noi siamo preoccupati di quanto ancora si spreca, a causa della distrazione o pigrizia di cittadini ed esercenti. Forse 50 mila tonnellate a Torino. Questo mese delle Cartoniadi è l’occasione per sperimentare forme di coinvolgimento, di responsabilizzazione, persino di spettacoli, perché faremo animazioni nei quartieri. Per discutere delle Cartoniadi come occasione didattica e sociale abbiamo convocato un incontro pubblico giovedì 30 alle 18 in via Garibaldi 13. E un flash (trash) mob venerdì h 18 in piazza Castello”.

(*) I quartieri coinvolti sono: Aurora, Rossini e Porta Palazzo; Barriera di Milano; Borgata Vittoria; Borgo Po e Cavoretto; Cenisia e Cit Turin; Centro storico; Crocetta; Lingotto; Lucento e Vallette; Madonna del Pilone e Sassi; Madonna di Campagna; Mirafiori Nord; Mirafiori Sud; Nizza; Parella; Pozzo Strada; Rebaudengo e Falchera; Regio Parco e Barca Bertolla; San Donato e Campidoglio; San Paolo; San Salvario; Santa Rita; Vanchiglia e Vanchiglietta.

Condividi questo articolo: 

Altre Notizie