Glutine responsabile di intolleranze non solo della celiachia

Il glutine può dare problemi anche a chi non è celiaco. Infatti si può essere intolleranti e non allergici e c’è una certa differenza. La proporzione è che un paziente su quattro subisce alterazioni dell’apparato digerente. Sono le conslusioni preliminari di uno studio, “Glutox” dell’Associazione Italiana Gastroenterologi ed endoscopisti Ospedalieri (Aigo) che ha come obiettivo quello di dimostrare la vera e propria sensibilità al glutine, ben diversa dalla celiachia, ma che dà gli stessi sintomi.

I risultati dello studio sono stati presentati oggi a Vienna nel corso della United European Gastroenterology Week, il congresso annuale dell’associazione che raccoglie tutte le societa’ scientifiche gastroenterologiche del Continente. Per comprendere quale fosse la reale causa dei disturbi lamentati dai pazienti, i ricercatori li hanno privati di alimenti con glutine per tre settimane. Dopo questo periodo l’alimento e’ stato reintrodotto “in cieco” ed e’ emerso che il 26 per cento di loro manifestava di nuovo gravi sintomi. Sebbene si tratti ancora di dati preliminari, i risultati della ricerca aprono prospettive importanti perche’ e’ possibile ipotizzare che questi pazienti potrebbero essere sottoposti a una terapia esclusivamente basata sulla dieta, simile a quella per la malattia celiaca.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie