Grazie ai termosifoni si può perdere peso

Nell’universo dei rimedi per mantenere il peso forma e nel mare di possibilità costituito dale diete, dobbiamo anche parlare dei termosifoni. In inverno infatti siamo tutti portati a starcene al caldo, impigriti dalla stagione fredda, magari avvolti in un caldo plaid davanti al televisore. Ma attenzione il calore favorisce l’obesità!

Di solito durante l’estate, il caldo contribuisce a far diminuire l’appetito e si preferiscono cibi come insalate, frutta, gelati che siano rinfrescanti che possano dare sollievo alla calura. E’ anche provato che in estate la digestione di cibi elaborati aumenta la sensazione di spossatezza, per non parlare del fatto che mettersi ai fornelli per cucinare pietanze che richiedano lunga cottura è davvero esasperante. Tutto ciò contribuisce in ogni caso a far mantenere la linea più facilmente, spinti anche dal fatto che la prova costume di solito è un trauma.

Ma poi arriva l’inverno ci si impigrisce, si rimane a casa, l’appetito aumenta et voilà il gioco è fatto i chili persi si recuperano con grande facilità. Il problema però è che ne risente il senso di autostima interiore. Che fare? Un escamotage c’è in effetti. Per mantenere la linea e bruciare un po’ più calorie è maelgio patire un po’ di freddo. Alcuni studi fatti in proposito consigliano di mantenere le temperature delle case a non più di 19°C, per limitare la produzione di CO2 nell’aria e aiutare l’ambiente a liberasi dai gas inquinanti che già produciamo in enormi quantità. Uno studio inglese, condotto dalla University College of London, ha rivelato che in inverno le alte temperature prodotte nelle abitazioni scombinano il metabolismo e inibiscono l’organismo a bruciare le calorie necessarie a mantenere costante i 36,8°C del corpo, fenomeno tipico delle stagioni rigide.

In base a quanto spiegano i ricercatori, questa situazione tenderebbe a favorire l’obesità, perché se la maggior parte delle calorie che ingeriamo è dedicata al mantenimento della temperatura corporea, alzando la temperatura dell’ambiente in cui viviamo si impedisce all’organismo di vivere il suo inverno fisiologico, e il metabolismo si rallenta.

Se aggiungiamo a tutto questo un’alimentazione ricca di grassi e zuccheri o eccessive proteine animali ci troviamo con quei chili in più che non avremmo mai voluto accumulare! Ma i termosifoni ci gettano un’ancora di salvezza, basta tenerli sulla temperatura giusta, ovvero non superiore a 18°C di giorno e a 15°C di notte.

Come mostrato dallo studio inglese, all’aumentare della temperatura interna delle abitazioni aumenti la percentuale di obesità nei Britannici, e aumentano anche le malattie da raffreddamento e le infezioni batteriche. Ricordate sempre di aerare le abitazioni periodicamente, anche più volte al giorno: l’aria stantia facilita la proliferazione di microrganismi patogeni causa di infezioni e fastidiosi disturbi alla salute.

Indossate un maglione in più (i vestiti non hanno lo stesso effetto sull’aumento di peso!) e aprite tutte le finestre, soprattutto al mattino, dopo che la casa è rimasta chiusa per molte ore durante la notte. Durante il giorno, quando sarà ora di accendere i riscaldamenti, preferite i 18°C e un abbigliamento più pesante, anche a lavoro: in molti uffici si esagera con la temperatura, e ve ne accorgete quando uscite nella pausa pranzo dello sbalzo di temperatura tra interno ed esterno.

Ogni tanto è bene comunque anche sul posto di lavoro aprire un po’ le finestre per cambiare l’aria stantia che si crea all’interno, e se invece l’ambiente è dabbero poco riscaldato optate sempre per tisane e tè caldi.

Invece, se non temete il freddo (ma vi assicuriamo che la temperatura consigliata dallo University College è assolutamente tollerabile da una persona adulta e in salute) mantenete l’organismo in costante allenamento ingerendo bevande non calde: stimolerete così l’organismo a riscaldarle per portarle a temperatura corporea e brucerete più calorie.

Fermo restando che gli studiosi specificano che la temperatura delle case è solo uno dei fattori che favoriscono l’obesità, perché non sfruttare questa occasione per rimettersi in forma in vista dell’estate? Un piccolo sacrificio che fa bene alla linea a all’ambiente è sempre il benvenuto.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie