Il massaggio dell’amore dal cuore: il Lomi lomi nui

Il tema dei massaggi oggi è molto variegato, ve ne sono davvero tanti a cui potersi ispirare e scegliere quello che fa per noi non è certo facile. Nel mare delle possibilità ne ho pescato uno davvero interessante, che forse molti di voi conoscono, ma di cui secondo me, vale la pena parlare. Si tratta del Lomi lomi nui. Affonda le sue origini nelle antiche isole Hawaii ed ivi molto diffuso tra gli indigeni e anche tra gli sciamani. E’ famoso anche in Europa e Giappone. Questo termine nella lingua locale hawaiana vuol dire proprio massaggio e attraverso la pratica delle manovre che lo caratterizzano, cerca di mettere in contatto corpo, mente e anima. Ogni isola ha una tecnica diversa ma generalmente per praticare il lomi lomi si utilizzano avambracci, gomiti, palmi delle mani, dita, ginocchia e piedi.

Vediamo quali benefici se ne traggono: innanzitutto migliora la circolazione del sangue e distende i muscoli contratti, aiuta ad eliminare le tossine, facilita il sonno, favorendo un generale benessere mentale e fisico. Anticamente era usato dagli sciamani locali come tecnica curativa, dai maestri di arti marziali, come rituale familiare e per facilitare la digestione. Oggi è molto diffuso e conosciuto, anche in Italia, chi lo pratica non si limitano a fare un semplice massaggio: per ottenere risultati maggiori si consiglia di seguire un certo stile di vita. Meditazione, dieta specifica, preghiera sono alcuni dei principi base a cui sono incoraggiati coloro che lo ricevono, che mirano a creare uno stato di pace attraverso emozioni piacevoli.

Naturalmente sarebbe necessario approfondire la conoscenza della filosofia hawaiana per capire davvero il significato profondo di questo massaggio. Tale filosofia, che si chiama Huna, Ssostiene che ogni cosa che ci circonda aspira all’armonia e all’amore, e ciò introduce quindi quello che è il significato di base del lomi lomi, chiamato anche loving hands massage, letteralmente massaggio delle mani dell’amore. I movimenti sono profondi, rilassanti e avvolgenti, coinvolgono mente e corpo grazie anche alla musica che spesso si accompagna a questi massaggi, dolce e melodica.

Ogni esperienza è a sè stante, poichè il massaggiatore adatta i movimenti ai sintomi e ai dolori dell’individuo, con il quale stabilisce un contatto verbale prima che fisico. Per questo motivo viene considerato spesso un massaggio intuitivo, in quanto chi lo pratica deve entrare in sintonia con chi viene massaggiato, sincronizzando i respiri.

Questo massaggio ovviamente fu osteggiato dai primi missionari americani che la considerarono primitiva e quindi venne proibita, ma per nostra fortuna il lomi lomi non è scomparso ma anzi è sopravvissuto sino ai giorni nostri. Nel mondo occidentale la più famosa personalità riconosciuta è stata zia Margaret (vero nome Margaret Kalehuamakanoelulu’uonapali Machado) la più famosa sciamana e insegnante di lomi lomi del mondo, deceduta nel 2009 a 93 anni. Era la sola ad essere stata riconosciuta dallo stato delle Hawaii come kahuna ufficiale dell’arcipelago.

Questa parola, confusa spesso con un saluto, in realtà descrive lo spirito degli hawaiani, famoso in tutto il mondo. Letteralmente significa amicizia, rispetto, tolleranza e gioia nel condividere le energie che ci appartengono. Il segreto di un vero massaggio lomi lomi è proprio questo: trasmettere l’amore dal cuore e, attraverso le mani, al corpo dell’altro, che va considerato come il proprio. La celebre zia Margaret definiva il massaggio lomi lomi come un tocco amorevole, un unione di cuore, mani e anima con la fonte della vita.
Sarebbe opportuno che questi principi potessero diffondersi velocemente in ognuno di noi.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie