In Cina boom di spreco di cibo, nella spazzatura 38 mln di tonnellate di cereali

La Cina  rappresenta uno dei paesi in cui il tasso di spreco di cibo è in maggiore aumento. Secondo i dati presentati dalla State Administration of Grain (SAG) cinese, oltre 38 milioni di tonnellate di cereali, soprattutto riso e grano, vengono buttati ogni anno nonostante l’11,5 % della popolazione soffra ancora la fame. Come riporta il Japan Times, la quantità di cibo che viene gettate in Cina ha superato per la prima volta quella che finisce nella pattumiera negli Stati Uniti.

Nel 2012 secondo i dati della Environmental Protection Agency statunitense, nel complesso gli americani hanno buttato un totale di 36,43 milioni di tonnellate di cibo. Tuttavia su base pro capite, un cinese crea ancora “molti meno” rifiuti rispetto ad un americano.

Questo ultimo valore potrebbe però essere destinato a cambiare conseguentemente alla crescita economica sempre maggiore della Cina. Già nel 2011, un funzionario cinese ha stimato come il 10% della produzione di grano della Cina – che al momento ammonta a circa 55 milioni di tonnellate – sia stata persa in sprechi. I problemi non sembrano poi essere dovuti solamente all’aumento della ricchezza della popolazione, ma anche alla mancanza in alcune zone agricole di sistemi efficienti per lo stoccaggio ed il trasporto del cibo. Nel 2013, il SAG ha stimato che il paese ha perso fino a 16,53 milioni di tonnellate di grano ogni anno a causa di impianti di stoccaggio poveri e metodi di trasporto vulnerabili a parassiti, umidità e muffa.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie