Le piante assorbono più CO2 di quanto immaginato fino ad ora

E ci risiamo con la Co2, il suo rapporto con le piante e il surriscaldamento globale. Sappiamo ormai quanto esse siano importanti alla lotta ai cambiamenti climatici che determinao il surriscaldamento. Una ricerca condotta dall’Università del Wyoming, ci dice che fino ad oggi il contributo vegetale all’assorbimento della CO2 sarebbe stato profondamente sottovalutato negli attuali modelli climatici.

Secondo lo studio, pubblicato in questi giorni sulla rivista scientifica ‘PNAS’, gli scienziati avrebbero scoperto infatti che man mano che la concentrazione dell’anidride carbonica aumenta nell’atmosfera, le piante diventando più grandi aumentando di contro la loro capacità di assorbire e trattenere nelle foglie la CO2. Una sottostima della capacità di alberi e piante in generale di ben 16 punti percentuali.

Molti Paesi potrebbero rallegrarsi alla notizia, specialmente quelli più restii nel prendere impegni a favore del clima, perché vorrebbe dire avere un percorso più facile per raggiungere l’obiettivo di mantenere il riscaldamento globale al di sotto di due gradi centigradi. Ma il professor Chris Huntingford del Climate Modeller al Centre for Ecology and Hydrology provvede subito a rassicurare: “Nel complesso, i tagli delle emissioni di CO2 nei prossimi decenni dovranno ancora essere molto grandi se vogliamo contenere il riscaldamento globale”.

E c’è anche chi, come Simon Lewis, dell’University College di Londra, ci tiene a mettere ben in chiaro alcune cose: “Questo studio dimostra, a mio avviso correttamente, che la fotosintesi è altamente sensibile al biossido di carbonio, ma questo è ben lungi dall’essere l’unico fattore che ha un’incidenza sulle foreste del 21 ° secolo e sulla quantità di carbonio che immagazzinano”.
Fonte Rinnovabili.it

Condividi questo articolo: 

Altre Notizie