La prima auto totalmente a idrogeno, non emetterà neanche un grammo di CO2

È la prima auto a idrogeno prodotta in serie, la Hyundai ix35. Il veicolo non emetterà neanche un grammo di CO2 direttamente. L’auto avrà un’autonomia di circa 500 chilometri e un’accelerazione da 0 a 100 Km/h in dieci secondi. Il tempo per la ricarica delle celle è stimato tra i tre e i cinque minuti.

L’autostrada dell’idrogeno italiana è quella del Brennero, che collega Modena a Monaco di Baviera. Ed è proprio la Germania, il Paese che sta investendo maggiormente nelle tecnologie dell’idrogeno: sono già in funzione più di trenta distributori del carburante ecologico.

Il progetto H2-Sudtirolo prevede la realizzazione a Bolzano di un impianto per la produzione e la distribuzione dell’idrogeno da energia rinnovabile. L’idrogeno verrà ricavato da fonti rinnovabili mediante processo di elettrolisi e successivamente purificato, compresso e temporaneamente stoccato in serbatoi sotto pressione. Da questi ultimi sarà possibile utilizzare l’idrogeno per alimentare numerose applicazioni.

La prospettiva a medio termine è quella di rifornire gli autobus pubblici regolarmente in servizio nella città di Bolzano. La sfida più grande è sicuramente rappresentata dall’approvvigionamento delle automobili private. Per questo motivo Bolzano, posta strategicamente sull’asse Monaco-Modena, sarà sede di un’importante stazione intermedia di approvvigionamento.

All’inizio del 2015, se tutto va secondo i programmi, sarà inaugurata una stazione di rifornimento a Trento e poi si concluderà l’autostrada con Rosenheim, Verona e Modena. Ogni cento chilometri lungo la A22, le auto a idrogeno avranno una stazione di rifornimento. E il pieno di idrogeno costa quanto quello di diesel.

Alla luce del fabbisogno energetico mondiale, dei mutamenti climatici e del costo dell’energia, si tratta di una decisione condivisibile e legittima, se non addirittura doverosa. Partnership solide e aperte alla cooperazione costituiscono la premessa per la concretizzazione di idee e la loro trasformazione in traguardi raggiungibili.
La volontà di puntare all’indipendenza energetica ha dato vita al progetto per la realizzazione in Alto Adige di un impianto pilota per la produzione e distribuzione di idrogeno da energia rinnovabile.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie