Un borgo sloveno concentra tutto il benessere del mondo

Se avete il desiderio di relax e benessere e volete davvero scgliere fra massaggi thai, clinica mediterranea anti-aging, trattamenti ayurvedici, thalassoterapia, terme ricreative, “sauna park” ( comprensiva di saune finlandesi, alle erbe, saracena, thalasso al vapore marino, tiepidarium e laconium) c’è un posto che fa per voi: il centro Terme e Wellness del resort LifeClass a Portoroz, in Slovenia, nel quale si concetrano terapie tradizionali diverse, quelle tipiche del Mediterraneo come quelle originarie di India, Thailandia e Nord Europa, si integrano con le più moderne scoperte per il benessere psicofisico.

Si stende su 10.000 mq di superficie dove si concentra il mondo in miniatua senza andare troppo lontano, infatti la cittadina, chiamata anche Portorose, nel golfo di Pirano, dista una trentina di chilometri da Trieste.

Nel Centro Wai Thai, ci si immerge nella Thailandia più autentica, con tanto di arredi originali, Buddha dorati, sete e una totale atmosfera di relax spirituale da tempio antico. Il personale è costituito da terapisti, tutti thailandesi, che eseguono il massaggio tradizionale integrandolo con trattamenti a base di oli essenziali di fiori ed erbe preparati secondo antiche ricette dell’Estremo Oriente, per riattivare i chakra e far rifluire correttamente l’energia e ristabilire l’equilibrio psicofisico, eliminando stress e contratture muscolari.

Mentre nel Centro Shakti-Ayurveda, il primo ed un unico al momento al di fuori dell’India ad avere il patrocinio dello stato del Kerala è come una piccola India nel Mediterraneo: vi sono le statue degli gli dèi hindu, arredamento coloniale, una profusione di aromi di erbe medicinali che vengono usate nelle terapie, e infine i più efficaci trattamenti dell’antica medicina indiana per curare gli scompensi dei dosha (le bioenergie o principi costitutivi dell’individuo) studiati dalla dottoressa keraliana Gopalan Shyamala e dal suo staff di terapisti tutti made in India. una novità è il programma detox che grazie ai massaggi e ai trattamenti, insieme a meditazione, yoga e una dieta purificante a base di alimenti-medicina ayurvedici specifici per ogni dosha, ristabiliscono un buon metabolismo e riempiono il corpo di nuova energia ed equilibrio.

Ma se siete incontentabili, c’è la Thalassoterapia, che a Portoroz ha una tradizione lunga 800 anni che impiega ingredienti a km zero: le alghe e l’acqua di mare ma anche i fanghi delle saline di Pirano e Sicciole (un argilla istriana ricca di minerali), il sale raccolto ancora con metodi tradizionali e la preziosa acqua madre (prodotta dal naturale processo di produzione del sale) ricca di zolfo, magnesio, bromo e iodio, che rafforza le difese immunitare e migliora la circolazione.

E poi c’è il Mare Primordiale, un’esperienza unica della Spa LifeClass. E’un complesso di piscine di 2.000 mq che contengono acqua termominerale formatasi 42.000 anni fa nelle profondità della terra (in seguito alla penetrazione dell’acqua di mare nelle crepe del suolo generate dai terremoti) ed estratta da un pozzo a 23°C. Si chiama “Elisir di energia primordiale” perché la sua composizione chimica è in parte simile a quella dell’acqua marina, ma la sua alta concentrazione di minerali ne fa un’acqua termale sulfurea poco alcalina “Efficacissima nella prevenzione e cura dei disturbi dell’apparato locomotore, di malattie neurologiche, respiratorie e ginecologiche. Oltre che un ottimo detossinate del corpo e della pelle”, spiega la dottoressa Lepa Veljanovic specialista in fisiatria, riabilitazione e balneologia del Centro Thalasso.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie