Un Free Helper anonimo che usa il web per fare del bene

FreeHelpGuy fa del bene utilizzando Internet per massimizzare il suo impatto. Tutto cominciò nel 2013, quando questo innovativo benefattore ha iniziato ad usare il web per condividere una incerta, indeterminata offerta per aiutare qualcuno. L’ “anonimo benefattore”, come lui si definisce, è stato sommerso di risposte – da artisti che avevano bisogno di iniezioni di fiducia a richieste di donatori di midollo osseo a consigli di viaggio. In un coraggioso tentativo di aiutare queste persone nel bisogno, il nostro “Anonimo” ha utilizzato i suoi contatti sui social media per ottenere aiuto, e ancora una volta – la risposta è stata travolgente.

Prendete questa storia fantastica, per esempio. Il FreeHelpGuy ha ricevuto un messaggio di richiesta d’aiuto per restituire una memory stick, trovata in un bar con al suo legittimo proprietario. Utilizzando una foto presa dalla chiavetta, l’ha postata su Facebook e Twitter – e dopo solo 45 minuti, il proprietario era stato trovato. Il kicker? Il nostro FreeHelpGuy era su una barca in Bosnia, e ha captato un segnale WIFI sul suo cellulare da una caffetteria sulla riva di un fiume.

Voleva aiutare tutti, lo fa ancora, ma ha capito che ha bisogno di aiuto per farlo. E così ha chiesto la collaborazione a tutti, lanciando un nuovo sito Web per persone in tutto il mondo per offerte e richieste di aiuto – di tutte le forme e dimensioni. Utilizzando il sito a fianco di social media, FreeHelpGuy aspira a sfruttare il potere collettivo di Internet per fare la sua parte per risolvere i problemi del mondo.
Chi ha voglia di provare?

Condividi questo articolo: 

Altre Notizie