La vita selvaggia degli animali negli scatti dei “Wildlife photographers”

Londra –  E’ stata la duchessa di Cambridge Kate Middleton a premiare i vincitori del concorso annuale di fotografia naturalistica organizzato dal Museo di Storia Naturale di Londra e dalla BBC. Al concorso ‘Wildlife Photographer of The Year’, giunto alla 52a edizione, hanno partecipato 42mila professionisti e giovani appassionati di tutto il mondo.

Il titolo di fotografo dell’anno è andato allo statunitense Michael ‘Nick’ Nichols, che ha immortalato in bianco e nero un branco di leoni mentre riposano con i loro cuccioli nel parco nazionale Serengeti, in Tanzania. Il fotografo in erba più bravo del mondo è stato invece lo spagnolo Carlos Perez Naval, un bambino di otto anni premiato direttamente dalla moglie del principe William. Il giovane ha fotografato uno scorpione al sole in un’area rocciosa vicino alla sua casa a Torralba de los Sisones, nel nord della Spagna.

Tra gli italiani, Simone Sbaraglia ha ricevuto dalla giuria internazionale il premio dedicato alle immagini vincitrici grazie a una foto che ritrae un gruppo di babbuini gelada – una specie di primati che vive sui monti Simien in Etiopia a 4500 metri di altitudine – abbracciati tra loro per superare il freddo della notte. Bruno D”Amicis ha invece trionfato nella categoria ‘Il mondo nelle tue mani’ con un simpatico scatto dal titolo ‘Il prezzo che pagano’, che raffigura un cagnolino tra le gambe del suo padrone con le pantofole rosicchiate dal quattrozampe.

“Credo fortemente in questo lavoro, che mi sono scelto con enormi sacrifici ma che mi dà modo di conoscere la bellezza del nostro Pianeta. Arrivato a questo punto del mio percorso di fotografo, vorrei mostrare al mondo intero, attraverso le mie emozioni, raccolte nelle mie immagini, la natura e le sue meraviglie, nascoste in attimi unici ma così importanti per la sopravvivenza di ognuno di noi”. Queste le parole che Simone ha rivolto al Cav. Massimiliano Mazzanti, console generale per l’Italia a Londra, poco prima dell’inizio della cerimonia. Mazzanti ha mostrato grandissimo apprezzamento per le immagini di Simone e si è congratulato con lui per essere riuscito a distinguersi in un paese come il Regno Unito, così attento alle tematiche di conservazione ambientale.

Condividi questo articolo: 

Altre Notizie