Come creare un acchiappasogni e dormire felici-video

Attaccato alla porta della mia camera c’è un acchiappasogni, che mi fu portato da amici dopo un viaggio fra le tribù indiane d’America. Era stato fatto a mano da Cavallo che Scalcia, così mi dissero. Da allora veglia sui miei sonni. Ma cos’è un acchiappasogni? La sua storia è immersa nella leggenda, e risale ai tempi della tribù Ojibwa.

L’acchiappasogni si muove al minimo soffio di vento e il suo ruolo è appunto quello di cacciare via i brutti sogni che vengono imprigionati nella piccola ragnatela di cui è costituito e lasciano passare quelli buoni. Un acchiappasogni possiamo però farcelo anche da soli e sistemarlo nella nostra stanza o in quella dei bambini.

ACCHIAPPASOGNI, CREARLO E USARLO
Occorrente: Una forma circolare di diametro minimo 10 cm; Un paio di forbici; Spago colorato; Perline da decorazione; 1 nastro di raso; 2 piume finte

Procedimento:
Per cominciare prendete il cerchio che sarà l’inizio e la base dell’acchiappasogni e realizzate l’anello per appenderlo, quindi avvolgete il nastro sulla parte alta, annodatelo bene e create l’appiglio, poi tagliate la parte in esubero. Fatto ciò, utilizzate lo spago per creare la “ragnatela”, quindi partite annodando il filo dando vita ad un ottagono completando anche il suo interno, aggiungendo man mano le perline da decorazione.

Terminato questo passaggio, bloccate la ragnatela con un nodo, quindi completate il progetto applicando due piccoli tagli di spago e le piume finte in modo da farle ondulare. Ecco il vostro primo acchiappasogni, ora non vi resta che appenderlo al muro o alla spalliera del vostro letto o dei vostri cari.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie