Dalle vecchie lampadine ad incandescenza miniterrari per piante

E’ probabile che nelle vostre case non le abbiate più, ma se per caso fra le cianfrusaglie vi sono ancora le vecchie lampadine ad incadescenza, non buttatele via. Sappiate che da esse possiamo ricavare interessanti e utili oggetti di design che potranno dare un tocco davvero originale alla vostra casa e stimolare la vostra creatività. I vecchi bulbi di vetro possono ospitare origami di carta, spezie o diventare lampade ad olio. Oppure divenire piccoli vasi per fiori o mini-terrari. E ora vediamo come creare i mini terrari:

Come prima operazione è necessario svuotare i bulbi dai filamenti, per farlo è bene indossare sempre degli occhiali, i guanti e avvolgere il bulbo con un panno. Rimuovere con un tronchesino il bottone superiore e l’isolante in vetroresina nera che fa datappo alla base della filettatura. Poi con una pinzetta prendete il contatto della lampadine e rompete i fili che portano il filamento se non dovessere essere già fulminata. Una volta tolto il contatto rimuovete i conduttori elettrici, i filamenti e il tungsteno del bulbo. E’ possibile pulire l’intera lampadina dall’interno con uno straccio, servendosi del cacciavite o di una pinzetta.
Se si preferisce avere un mini–terrario con apertura più grande, è necessario tagliare con un seghetto la parte superiore metallica. A questo punto il vostro mini terrario è pronto per ricevere muschi, licheni e pietre; con del cavo di rame sagomato o un filo di acciaio si può creare una base per sostenere la piccola teca.

Con questo metodo potete anche realizzare mini giardini sottovetro più grandi, usando una vecchia caraffa, una ex boccia per pesci, le bottiglie di vetro, zuppiere e porta biscotti. Le piante che si adattano meglio a creare un ecosistema all’interno di questi contenitori sono: begonie, violette africane, perperomie, edera, felci, muschi ed orchidee. Il sottofondo deve essere realizzato in ghiaia o argilla espansa e carbone attivo; poi si aggiunge del terriccio che sarà pressato e livellato. Il mini giardino deve essere posizionato in un ambiente soleggiato e mai sottoposto a temperature estreme o a venti. Con gli stessi accorgimenti sulla sicurezza, è possibile realizzare dei mini vasi per fiori recisi. Dopo aver svuotato l’interno inserire l’acqua, un piccolo fiore o i fili d’erba raccolti. L’opera sarà completa facendo due forellini nella parte metallica per il fil di ferro sagomato come base; in alternativa, appendere la lampadina con una lunga catenella

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie