Il rituale benefico del massaggio berbero

Già tremila anni fa il massaggio berbero era praticato e veniva tramandato dalle donne berbere che se ne servivano per prendersi cura del proprio corpo e della propria pelle. Esso fa parte del rituale dell’hammam, che è diventato famoso soprattutto oggi nei centri specializzati diffusi in tutta Europa.

I berberi sono infatti un popolo autoctono che vive nel nord dell’Africa e che si è mescolato con molti altri popoli che si sono passati per quelle regioni, come greci, turchi, fenici e romani, loro sono i famosi Tuareg, gli uomini blu del deserto e la loro cultura non va confusa con quella araba classica.

Dato che il massaggio berbero fa parte del ritule dell’hammam, è necessario dire che quest’ultimo è il luogo dove si svolge il rituale islamico della purificazione del corpo e della mente grazie ad alcune pratiche precise. È praticato tuttora, sia in occidente sia nel mondo musulmano, nel quale possiede una valenza simbolica molto legata alla cultura e alla religione locale.
E ora vediamo come si svolge questo massaggio.
Durante il massaggio berbero viene applicato sulla pelle l’olio ricavato da una pianta che cresce esclusivamente nel Souss (una regione a sud ovest del Marocco compresa tra Essaouira ed Agadir) chiamata Argania spinosa, meglio conosciuta come Argan (che nella lingua locale vuol dire “olio”). Ormai famoso anche da noi, l’olio di Argan è ricco di antiossidanti e di vitamina E, un elemento essenziale per la pelle, che risulta più elastica e ringiovanita. È uno tra gli oli più ricchi di acidi grassi insaturi e acido linoleico, dall’alto potere nutritivo per l’epidermide. Il procedimento per ottenerlo dura quasi un giorno intero e per farne un litro si ha bisogno di 100 kg di bacche di Argania.

Gli effetti benefici che si possono ottenere da questo massaggio risultano da vari fattori, quali le manovre praticate dalle mani esperte del massaggiatore, l’ambiente e l’atmosfera calda e accogliente che avvolge la persona (per facilitarne il rilassamento) e l’olio di Argan caldo, che contribuisce al rilassamento di mente e spirito.

Il massaggio si svolge così: innanzitutto bisogna liberare il corpo dalle tossine, quindi è necessario rimanere per qualche minuto nel tepidarium e recarsi poi nel calidarium, dove il vapore favorisce la sudorazione. Dopodichè si pratica un’esfoliazione con un sapone all’olio d’oliva (sapone nero marocchino) e un guanto chiamato Kessa, che prepareranno la pelle a ricevere il massaggio e i benefici dell’olio di Argan. Dopo inizia il vero e proprio massaggio, che dura circa un’ora; può essere fatto sia da una che da due persone allo stesso tempo.
Una delle cose importanti, per questo ma anche per altri tipi di massaggio, è il contatto continuo delle mani sulla pelle. Ciò favorisce il rilassamento della persona che lo riceve, che può quindi abbandonarsi completamente alle sensazioni che prova e rilassarsi.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie