Contro la stitichezza, la malva

Dalla Malva Silvestris, o meglio dai fiori e dalle foglie essicate si ottiene un rimedio naturale contro la stitichezza che è conosciuto fin dall’antichità. Le foglie della malva, proprio per il trattamento della costipazione, possono anche essere consumate crude, aggiunte a una insalata di verdura fresca.

Ma più conosciuta è la tisana, efficace per risolvere la stitichezza perché contiene, tra gli altri principi attivi, un buona quantità di mucillagine che è una sostanza di natura polisaccaridica in grado di assorbire l’acqua. L’idratazione della mucillagine forma un gel che, passando lungo l’intestino, ne stimola l’attività. Il morbido gel di malva ha un’azione meccanica: stimola le pareti intestinali a contrarsi regolarmente e a far scorrere cibo e scorie.

Oltre alla mucillagine, i fiori e le foglie di malva contengono: flavonoidi, attivi che hanno note proprietà calmanti ed emollienti; antociani e tannini che sono efficaci antinfiammatori.

Una tisana lassativa si può preparare con il mix sfuso di foglie e fiori essiccati, oppure utilizzando le bustine preconfezionare che si acquistano anche al supermercato. Ecco la ricetta per una tazza di tisana alla malva con il mix sfuso: far bollire 200 ml di acqua e aggiungere due cucchiaini da caffè di malva essiccata; lasciare in infusione per 5-8 minuti, prima di filtrare il liquido e bere. La malva ha un gusto gradevole ma può essere dolcificata con miele o zucchero. L’infuso andrebbe consumato caldo, pertanto se non si avesse a disposizione una tisaniera con serbatoio per l’essiccato, si dovrà provvedere a coprire le tazza con un piattino.

Per la stitichezza non è raro che venga consigliato di utilizzare la malva per preparare un clistere: questo rimedio è in pratica un decotto di fiori e foglie,preparato portando a bollore 50 g di essiccato in un litro di acqua. Una volta raggiunto il bollore, il preparato va filtrato e lasciato raffreddare fino al raggiungimento di una temperatura di circa 25-30° C prima dell’uso.

La malva porta un gran numero di effetti positivi per il corpo, soprattutto in termini di rimedio contro infiammazione o disordini autoimmunitari. Visto lo stile di vita a cui molti di noi sono abituati sarà importante aumentare le proprie difese contro l’attacco di virus e batteri, ecco allora che potete utilizzare per questo scopo la malva che, aumentando la produzione di globuli bianchi, difende il corpo da questi composti dannosi per la salute di tutte le sue funzioni.

Effetti collaterali e dosaggio della malva

La malva è considerata come una di quelle sostanze naturali totalmente prive di effetti collaterali o possibili rischi per la salute, ma sarà comunque importante prestare attenzione al dosaggio previsto e consigliato dal vostro medico, che nella maggior parte dei casi si aggira attorno ai 6 grammi di radice in polvere al giorno.

 
Condividi questo articolo: 


Altre Notizie