Benzoino, l’olio essenziale della forza

Il benzoino è un grande albero originario delle Indie orientali. La resina da cui si ottiene l’essenza fuoriesce dal tronco dell’albero, in seguito a tagli praticati lungo il fusto, che poi si indurisce a contatto con l’aria. Questa gommaresina è uno degli ingredienti classici dell’incenso di Giava e sprigiona il suo aroma, intenso e vigoroso, se sottoposto all’azione del calore. Fin dall’antichità era rinomato per le sue doti disinfettanti e curative. Gli abitanti del Borneo curavano l’emicrania aspirando il profumo della resina di benzoino e massaggiandosi con l’olio le tempie e la fronte.

Provenendo da un grande albero sotto il governo del Sole, l’essenza concentra in sè le caratteristiche di forza, calore, vitalità e vigore proprie di questa pianta. Il profumo è dolce e piacevole, l’azione è delicata tanto che può essere applicato anche sulla pelle con ulcerazioni, screpolature, bruciature, dove esercita un’eccellente azione cicatriziale e riparativa. E’ efficace per i problemi respiratori, tosse, influenza, bronchite, per frizioni, bagni, inalazioni, vaporizzazioni e per infezioni delle vie urinarie. Agisce favorevolmente sulla psiche, dissipando le tensioni, rilassando, facendo da cuscinetto ammortizzatore tra noi e le situazioni stressanti.

Un massaggio avvolgente o un bagno corroborante con l’aggiuntadi qualche goccia di benzoino riportano l’equilibrio emotivo e riconciliano con se stessi e con il mondo, allo stesso modo in cui, da migliaia di anni, l’incenso di Giava continua a essere bruciato in Oriente per creare un ambiente energeticamente favorevole e propizio per la manifestazione della divinità.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie