Dalla Transiberiana a Venezia, alcuni viaggi in treno da favola

Tra i mezzi più ecologici che possiamo utilizzare per i nostri viaggi, un posto di riguardo spetta al treno. Senza la fatica della guida, sul treno ci si può lasciare andare a dormite, a letture, e a osservare il panorama che si sussegue dal finestrino, “cullando” i nostri pensieri che vagano nella mente. In tutto il mondo non mancano tratte ferroviarie, davvero emozionanti. Ce n’è per tutti i gusti.

La più lunga del mondo, e di sicuro la più famosa, la Transiberiana in Russia è di sicuro un’esperienza da provare una volta nella vita. La stazione di partenza è la Yaroslavsky di Mosca mentre la destinazione è all’estremo oriente a Vladivostok, al confine con Cina e Corea del Nord. Diecimila chilometri di binari. Di sicuro non è la più economica, ma compiere anche in parte questa tratta vale di sicuro il prezzo del biglietto. La Transiberiana fu costruita su volere dello zar Alessandro III e dal figlio Nicola II. Fu ultimata solamente nel 1916.

Agenzie specializzate organizzano addirittura visite guidate a ogni fermata. Il treno attraversa per sette giorni effettuando quasi mille fermate. Dagli Urali alla Siberia, dalla Mongolia alla Manciuria, la Transiberiana è il ponte che collega l’Europa orientale con i paesi asiatici del sol levante, unendo non solo geografia ma anche cultura e storia. Un viaggio tra paesaggi sconfinati, nel cuore della natura selvaggia eurasiatica. Sono ben sei i fusi orari che si devono affrontare. La dice lunga di quanto sia imponente questa tratta ferrosa. Pianura siberiana, montagne e laghi ghiacciati sono i compagni di viaggio di questo itinerario per turisti avventurosi. Spostandoci nel nuovo mondo, non resta che godersi lo spettacolo del viaggio in treno “Crucero”, in Ecuador. Un treno che va in verticale. Infatti, quarantuno chilometri si estendono dalla ripida collina di Nariz del Diablo, fino alla costa.

Non a caso lo chiamano il treno difficile. Il tragitto attraversa le montagne andine di Quito per giungere alle spiagge bagnate dal mare di Duran. Si tratta di un percorso insolito frutto di una sofisticata ingegneria  portata a termine nel 1873. Quattro i giorni di viaggio così come quattro sono i suoi vagoni, di color rosso fuoco e dalle linee notevolmente vintage.  Un viaggio di contrasti: 14 vulcani delle Ande innevate e foreste tropicali con i colori di piante e animali esotici.

Sempre nelle Americhe, in Perù sfreccia il Hiram Bingham. Il nome è un tributo al professore di Yale che nel 1911scoprì le rovine inca della città sacra di Machu Picchu. E’ proprio quest’ attrazione mondiale ad essere la destinazione del treno.

Un itinerario che può durare fino a dieci giorni e che si snoda tra paesaggi osservabili anche da “vagoni all’aperto”. Un pieno soggiorno di relax con musica, sorseggiando piacevoli cocktail. Il Hiram Bingham parte dalla capitale Lima per giungere al sito archeologico tra i più celebri del pianeta. Lo stile dei convogli è Belle Epoque. Eleganza e colori blu e oro sono i protagonisti del design del treno. Tornando al Vecchio continente, nella nordica Scozia ad attendere i turisti amanti del lusso c’è il Royal Scotsman. Dalla bellissima Edimburgo si arriva nel cuore delle Highlands, dove si alternano laghi, boschi e castelli. Un susseguirsi di paesaggi dall’atmosfera romantica e medioevale. D’altronde lo stesso personale intrattiene i viaggiatori con storie epiche e leggende di questa terra di cavalieri. Il nordovest della Scozia assume tutto un altro fascino se si è a bordo di convogli su rotaie, per di più con vista garantita dalle carrozze scoperte. Non mancherà la tappa per avvistare il mostro di Loch Ness o per sorseggiare il miglior whisky scozzese.

Per finire, non può mancare anche nel nostro Belpaese una tratta ferroviaria da sogno. Venezia è la città ideale. E’ qui che parte il Venice Simplon Orient Express. Non solo Agatha Christie lo amava particolarmente, ma la lista di scrittori e registi affezionati è davvero lunga. Un treno glamour che, immerso nell’atmosfera art Deco, porta fino alle capitali europee come Londra, Budapest, Parigi o Vienna.  Anche Praga e Istanbul sono mete che durante certi periodi dell’anno sono raggiunte dall’Orient Express. E dalla prossima estate una nuova destinazione si aggiunge alle proposte, infatti, l’Irlanda sarà il nuovo collegamento firmato Orient Express. 13 carrozze di cui 2 vagoni ristorante e 1 vagone-bar panoramico saranno a disposizione dei viaggiatori, rendendo piacevole una vacanza da sogno tra storia, arte e natura.

 

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie