A Montaione, l’Italian Horse Protection per il recupero dei cavalli maltrattati

L’obiettivo dell’Italian Horse Protection è quello di salvare e liberare i cavalli che hanno subito la cattiveria dell’uomo. Esso infatti è il primo (e solo) centro italiano in cui si recuparano cavalli che sono stato sottoposti a maltrattamenti, che hanno patito la fame o che sono stati abbandonati a se stessi in stalle-prigioni. Il maneggio si trova a Montaione, a circa un’ora dalla città di Firenze, ed ha ottenuto il riconoscimento dal Ministero della Salute in base alla legge 189 contro il maltrattamento degli animali.

Qui vivono settantacinque cavalli che ricevono assistenza e cure da tantissimi volontari che giungono qui da ogni parte d’Europa e che rinunciano alle vacanze e si mettono a disposizione. I ragazzi che arrivano qui rimangono settimane o a volte anche mesi per accudire queste spelndide creature, ognua delle quali ha alle spalle una storia difficile.

Sonny Richichi, fondatore dell’Italian Horse Protection, spiega che la Onlus accoglie cavalli, asini e pony e riceve segnalazioni di maltrattamenti e sequestri da tutta Italia. Ogni caso viene poi verificato con l’aiuto di veterinari e forze dell’ordine.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie