Avanafil, la pillola dell’amore per gli italiani con disfunzione erettile

Firenze è stata la sede del BEST 2015, il meeting in cui si sono confrontati gli specialisti della Società Italiana di Andrologia (SIA), della Società Italiana di Andrologia e Medicina Sessuale (SIAMS) e della Società Italiana di Urologia (SIU), riconosciuti tra i primi al mondo nel campo della salute sessuale maschile. In Italia sono ben 600.000 gli uomini con disfunzione erettile in cura, ma insoddisfatti delle vecchie terapie, soprattutto per gli effetti collaterali. Contemporaneamente è in crescita la vendita dell’ultimo ritrovato, la pillola italiana dell’amore, circa 4000 pillole al giorno.

Di italiani in cura per questo problema ce ne sono circa 1,5 milioni e tra questi 600.000 temono gli effetti collaterali dei ‘farmaci classici’, inoltre vi è una diffusa insoddisfazione nei confronti delle vecchie cure dato che non consentono una vita sessuale normale, ossia costringono a programmare i rapporti in anticipo. Ecco perchè il nuovo prodotto, lanciato lo scorso anno dalla Menarini, si è fatto largo in un mercato dove da molti anni il Viagra e il Cialis tenevano saldamente testa.

Emmanuele A.Jannini, presidente SIAAMS dice: “BEST è l’occasione per riunire i massimi esperti italiani di andrologia, riconosciuti e accreditati nel mondo come i migliori “alleati” della salute sessuale maschile: ormai da anni infatti l’eccellenza italiana in questo campo non viene messa in dubbio. Per questo il meeting è l’occasione ideale per confrontarsi sui veri bisogni dei pazienti, che emergono con forza dagli studi scientifici condotti nella pratica clinica reale e ci spingono a cercare farmaci che siano quanto più possibile “tagliati su misura” sulle esigenze dei pazienti”. Giorgio Franco, presidente SIA spiega: “Avanafil ha un profilo d’azione adatto a colmare un vuoto nelle attuali terapie della disfunzione erettile. E’ più sicura e facile da assumere rispetto agli altri farmaci in commercio e risulta così ben tollerata da poter essere utilizzata con successo, senza rischio di aumento di effetti collaterali – conclude il medico – anche al dosaggio più alto di 200mg”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie