Benefortè, il super Broccolo che combatte il Colesterolo cattivo

Che i broccoli facciano molto bene lo sappiamo tutti, sono una miniera di sostanze benefiche per il nostro organismo. E se si riuscisse a potenziarne gli effetti? Ci sono riusciti i ricercatori del Institute of Food Research, Gran Bretagna, che hanno sviluppato un super broccolo, una varietà nuova, che ha la capacità di ridurre del 6% il colesterolo cattivo nel sangue. Si chiama Benefortè ed è stato coltivato in modo da contenere una quantità di glucorafanina, composto dalle proprietà benefiche, superiore di almeno due o tre volte rispetto alla varietà comune.

Il team inglese, in collaborazione con l’Università di Reading, ha effettuato due studi separati per testare i benefici del broccolo sull’organismo umano. E’ stato perciò reclutato un campione di 130 volontari ai quali sono stati somministrati 400 grammi di broccoli a settimana, da includere nella dieta abituale. Dopo dodici settimane i livelli di colesterolo Ldl nel sangue hanno subito una riduzione in media di circa il 6%.

La sostanza protagonista, come accennato prima, è la glucorafanina, presente principalmente in broccoli e cavolfiori. Si tratta di una molecola naturale che aiuta a regolarizzare il metabolismo cellulare. Le sue caratteristiche, unite a quelle del sulforafano, un altro composto presente nei broccoli, sviluppano un’azione antinfiammatoria e antagonista dello sviluppo tumorale. Studi precedenti hanno inoltre dimostrato che una riduzione dell’1% del colesterolo “cattivo” è associata a una riduzione dell’1-2% del rischio di malattia coronarica.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie