Il mondo degli insetti diventa musica grazie ad un padiglione sostenibile

Progettato da due architetti, Francesco Lipari e Vanessa Todaro dello studio OFL Architecture di Roma, è stato premiato con l’A+ Prize: si tratta di un padiglione molt o particolare che fonde insieme architettura e ambiente con il fine di riavvicinare persone e animali, ma in maniera innovativa, interattiva.
Il padiglione è una struttura circolare in legno, presentato nell’ambito della manifestazione Maker Faire Europe presso l’Auditorium PArco della Musica di Roma. Si tratta di una struttura che è una miscellanea di stili e tecniche, tradizionali e innovative.

All’interno del cerchio costituito da 1.104 moduli che formano 92 rombi dai lati curvilinei, si trovano sei bolle, ognuna delle quali contiene dei piccoli ecosistemi con piante ed insetti a loro volta collegati a sei dispositivi Arduino capaci di trasformare in musica il movimento dei piccoli animali per creare una melodia interattiva sempre differente.

La struttura semplice e modulare ha permesso un velcoe assemblaggio su unìarea di 30 metri quadrati proprio sulla terrazza esterna dell’Auditorium di Renzo Piano. La realizzazione del progetto è stata possibile grazie alla colalborazione con la biologa Chiara Settanni, l’ingegnere del suono Marco Pesoli, il compositore Vincenzo Core e l’architetto Sebastian De Guardo.

Lo scopo che si vuol raggiungere con questo padiglione è quello di instaurare un rapporto interattivo tra uomo ed animali e riportare l’attenzione su un mondo che sembra oggi essere scomparso alla nostra vista e al nostro udito, troppo avvezzo a suoni artificiali e immagini artefatte. I dispositivi Arduino oltre alla produzione della musica dal movimento sono serviti anche a regolare illuminazione, umidità e la temperature dei sei piccoli ecosistemi, realizzati in collaborazione con Apicoltura Giulio Vitale, Bioplanet, Noldus e Falegnameria Lucchetti.
Fonte Rinnovabili.it

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie