iSweetch, una start up per il nuovo sostituto dello zucchero

Lo zucchero bianco che per tanti anni è stato usato l’indiscusso protagonista delle nostre tavole, sta vivendo un luttuoso declino. Il suo posto è stato prima rimpiazzato da molteplici dolcificanti artificiali, e recentemente da sostituti naturali, come ad esempio la Stevia.

Ma un team di ricercatori dell’Università di Napoli ha recentemente messo a punto un dolcificante completamente biologico e privo di calorie che possiede un livello di dolcezza alquanto superiore a quello del saccarosio. Grazie alle biotecnologie, il team ha creato questo dolcificante grazie alla componente proteica di una pianta africana per dar vita ad una sensazione di dolcezza che è tremila volte superiore a quella del comune zucchero, ma che non mette a rischio il girovita.

La pianta da cui è stata ricavata la componente proteica è la Monellina che deve il suo nome al Monell Chemical Senses Center di Philadelphia, istituto di ricerca identificò questa pianta e le sue infinite virtù. Intanto il team di ricercatori ha dato vita ad una start-up, “iSweetch” con l’obiettivo di migliorare il nuovo dolcificante e commercializzarlo, coinvolgendo le aziende con l’intento di perfezionare il loro dolcificante, attualmente ancora in fase sperimentale. Dovremmo solo aspettare le reazioni delle multinazionali dello zucchero.

Condividi questo articolo: 

Altre Notizie