Le buone pratiche contro l’ansia e lo stress

Anche l’ansia è diventata una delle malattie del terzo millennio, fa parte del nostro stile di vita ormai, ci accompagna nel quotidiano. E’ la mente che è piena di preoccupazioni e il cui stato di costante allerta ci fa stare male. Come possiamo aiutarci? Passare da un ostato di ansia ad uno stato di non ansia non è facile, perchè è necessario cambiare tutta una serie di abitudini ormai radicate in noi stessi, ma con alcuni consigli possiamo se non altro migliorare la situazione. Si tratta di pratiche rilassanti che aiutano a concentrarsi e a preoccuparci meno su ciò che ci circonda, aiutandoci così a migliorare il nostro benessere psicofisico. Vediano quali.

1. Il sonno è sacro, quindi il nostro appuntamento con esso non deve in alcun modo essere ostacolato. E’ grazie ad esso che ci ricarichiamo e possiamo svuotare la mente.
2. Prendiamo l’abitudine, ogni volta che ci laviamo le mani, di fare tre respiri profondi: si può iniziarere a farlo come gesto automatico ogni volta che si va in bagno, e sarà il piccolo break rilassante della giornata.
3. Se la giornata è stata stressante, al rientro a casa è bene fare una doccia calda, sarà la pausa dai pensieri negativi ed è ottima contro gli irrigidimenti muscolari.
4. Proviamo una pausa pranzo solo per noi, tagliando fuori la tecnologia.
5. Prendete l’abitudine di scrivere, ogni volta che affiora, una preoccpuazione: scirvere è visualizzare e visualizzare è affrontare.
6. Provare a non utilizzare le luci artificiali, ma ad accendere candele quando ne se ne ha l’occasione.
7. Allo stesso modo delle preoccupazioni, scrivetevi le piccole cose positive che vi accadono, concnetrandovi su di esse.
8. Rendere il contatto fisico con il partner un’abitudine: basta un abbraccio per rilasciare ossitocina, che fa subito sentire meglio.
9. Se cominciate a percepire uno stato di saturazione da ansia e stress, cammiante anche solo dieci minuti fuori, concnetrandovi sui vostri passi.
10. Per quanto fare le pulizie sia noioso è una pratica che aiuta a ristabilire l’ordine mentale, ordine fuori significa ordine dentro.
11. Provare lo yoga o una disciplina rilassante basata sulla meditazione.
12. Prendersi un minuto per pensare a un episodio spiacevole che si è verificato e al modo positivo in cui è stato affrontato: fa capire di essere in grado di poterlo rifare con problemi nuovi.
13. Aumentare il consumo di Omega-3, o assumerlo in forma d’integratore: è collegato con la riduzione degli stati di ansia e depressione.
14. Colorare una parete di giallo: pare essere il colore più rilassante in un ambiente domestico.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie