Opere d’Arte: il Restauro diventa ecologico con i Batteri

Anche il restauro si fa green, invece di usare i prodotti chimici sempre rischiosi per ambiente e salute, si possono usare batteri e funghi. E’ il bioreaturo, ed è frutto di una ricerca italiana. I microrganismi vengono usati per rimuovere depositi vari, come smog o colla da opere d’arte di diversi materiali che vanno dalla tela al marmo. Gli amici batteri saranno usati per restaurare le fontane e le statue della Città del Vaticano.

Sulla base di quanto dichiarato dai ricercatori: “sono stati selezionati ben 500 ceppi fra batteri e funghi da utilizzare negli interventi di restauro: un vero e proprio esercito di potenziali micro-riparatori con i quali è possibile realizzare interventi su misura”.

Questo nuovo aprroccio ecologico offre molteplici vantaggi rispetto ai metodi tradizionali: offre una selettività dell’intervento, “personalizzabile” a seconda dell’opera d’arte da trattare senza il rischio di danneggiarla. Oltre a non risultare tossico per i restauratori, il nuovo metodo garantisce un abbattimento dei costi e, soprattutto, un ridotto impatto ambientale.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie