Ricerca Italiana: dalle Staminali della Placenta una Cura per l’Infarto

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Pavia ha scoperto che le cellule staminali derivate dalla placenta umana di origine fetale riparano i danni da infarto miocardico. Vi è infatti, come evidenziato dallo studio, una sorta di parentela fra queste unità e quelle derivate dal midollo osseo. La differza fra le due consiste nella velocità di replicazione. Le staminali della placenta sono in grado di moltiplicarsi molto più velocemente e producono più molecole che proteggono il cuore, favorendo la formazione di vasi sanguigni.

Sulla rivista Stem Cells Translational Medicine sono stati pubblicati tutti i dati della ricerca. Il team, coordinato da Massimiliano Gnecchi ha dimostrato come grazie ad una sola somministrazione delle molecole prodotte da queste cellule fetali si riduce il danno da infarto e si migliora la funzione del cuore su un modello animale. Grazie a questa scoperta si intravedono nuove prospettive per la cura dell’infarto miocardico con l’utilizzo dei fattori prodotti dalle cellule staminali.

Il gruppo dei ricercatori inoltre, ha dimostrato come modificando le cellule staminali con molecole di microRNA è possibile ottimizzare la loro capacità di differenziarsi in cardiomiociti, cioè proprio i “mattoni” che vanno a formare il cuore. Questo è il plus della medicina rigenerativa: la possibilità di sostituire la parte di cuore morta in seguito a un infarto con nuovo tessuto cardiaco generato dalle staminali. Il prossimo step del team sarà quello di estendere i vantaggi dei processi rigenerativi per curare non solo l’infarto ma anche lo scompenso cardiaco, una patologia molto diffusa con rischi di mortalità molto elevati.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie