Riciclatori incentivanti, la nuova frontiera della differenziata

Sono 1.500 i riciclatori incentivanti installati su tutto il territorio nazionale dall’azienda veneta Eurven: il 60% nelle regioni del Centro-Nord, il restante 40% al Sud e nelle Isole. Un gap che sarà colmato nel corso del 2015 con nuove installazioni in particolare in Puglia, Calabria e Basilicata. L’idea nata qualche anno fa da un’azienda veneta si sta espandendo lungo lo penisola e invoglia i cittadini alla raccolta differenziata consentendo di risparmiare sul conto della spesa.

I riciclatori incentivanti sono predisposti per riconoscere il tipo di rifiuto e differenziarlo anche automaticamente, pesare il materiale conferito e avvisare, via email o per sms, quando il sistema è pieno. Sono in grado di ridurre fino al 90% il volume iniziale e trasformare il materiale conferito in una ecoballa pronta per essere inviata alla filiera del riciclo. Ad oggi il 60% delle macchine è installato nelle regioni del Centro-Nord mentre il restante 40% si trova al Sud e nelle Isole. Il riciclatore si può trovare, ad esempio, in un centro commerciale – come a Fiume Veneto, in provincia di Pordenone – dove c’è raccolta e riciclo delle capsule del caffè esauste in cambio di un ecobonus. I proventi dell’operazione sono devoluti a una associazione locale che raccoglie fondi per la lotta contro il cancro.

A Roma, il primo macchinario installato in una piazza nel quartiere Colli Aniene è diventato meta quotidiana degli abitanti della zona, come a Genazzano: qui, in meno di due mesi, sono state conferite oltre 70.000 bottigliette di Pet (circa 2.500 kg di materiale). Il successo dell’operazione ha portato all’installazione di nuove postazioni nella Capitale, prima nel quartiere di Casal de’ Pazzi, all’interno del mercato rionale, poi presso l’Impianto Sportivo Comunale – Città Futura (zona Eur).

Nel 2015 si prevedono nuove installazioni nel Lazio, in particolare a Roma e Frosinone, ma anche in Sardegna grazie alla collaborazione con le istituzioni locali.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie