Slow Food Day, tutti in piazza a Festeggiare il cibo quotidiano con chi lo produce

La data da segnare in agenda è sabato 18 aprile, quando torna nelle piazze di tutta Italia lo Slow Food Day. Giunto alla sua quinta edizione, l’evento annuale dell’associazione della chiocciola celebra quest’anno il cibo quotidiano buono, pulito e giusto.”Vogliamo accendere i riflettori sul cibo ottenuto nel rispetto della sostenibilità ambientale, della territorialità e della salubrità, che fatica a emergere nel mare magnum degli attuali sistemi di produzione e distribuzione alimentari che hanno progressivamente appiattito qualità e identità delle produzioni”, racconta Gaetano Pascale, presidente di Slow Food Italia.

“Tutti i giorni noi abbiamo una grande responsabilità quando scegliamo il cibo da mettere sulla nostra tavola, anche se spesso non ce ne rendiamo conto. Ecco perché vogliamo riflettere tutti insieme sull’importanza delle etichette, del packaging utilizzato, della stagionalità e delle ricchezze dei luoghi in cui viviamo. Quando facciamo la spesa dobbiamo essere curiosi, vigili e lungimiranti”.

“Senza però mai scordarci che il cibo è sinonimo di piacere, di convivialità, di gioia. Con i suoi molti eventi lo Slow Food Day 2015 sarà appunto il simbolo di questa condivisione, in cui assaggiare, conoscere e scoprire gusti diversi. Non dimentichiamoci inoltre che il 18 aprile si invitano anche i cittadini di tutto il mondo a scendere in piazza contro i trattati di libero scambio, a sostegno di un’economia rivolta allo sviluppo dei popoli e del pianeta. Molte le piazze coinvolte, da Sondrio a Bari, da Torino a Trieste”, conclude Pascale. Il programma completo è disponibile su www.slowfood.it

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie