ApneaApp, l’app che analizza e controlla le apnee notturne

Avete il sospetto di soffrire di apnee notturne? Presto potrete averne conferma grazie ad una App. A metterla a punto è stato un gruppo di ricercatori dell’Università di Washington, in grado di controllare la qualità del sonno e di rilevare la presenza di apnee notturne, piuttosto pericolose per la salute umana. Dai test effettuati il sistema traccia il respiro del paziente in maniera davvero accurata, come una polisonnografia, cioè l’esame che serve monitorare il sonno dei pazienti.

Si chiama ApneaApp, e fornisce dunque lo schema notturno del respiro: l ofa attraverso l’analisi delle onde sonore senza l’uso di sensori o macchinari, come avviene con la polisonnografia. E i vantaggi sono molteplici, primo fra tutti quello di non dover ricorrere al ricovero in ospedale. Poi l’App permette un controllo costante, notte dopo notte al contrario della polisonnografia che invece si fa una volta sola.

La coordinatrice dello studio, Rajalakshmi Nandakumar, spiega che il meccanismo di funzionamento della nuova app, è del tutto simile “al modo in cui navigano i pipistrelli, che inviano dei segnali sonori che colpiscono un bersaglio”. In questo caso è il nostro smartphone ad inviare onde sonore non udibili dall’orecchio umano che “rimbalzano” sul corpo e vengono nuovamente catturate dal microfono del telefono, che le analizza. Tutto ciò però deve verificarsi entro il raggio di un metro, a fronte di qualsiasi posizione del paziente. Conclusa la fase di sperimentazione, si prevede che l’app sarà a disposizione dei consumatori nel giro di un paio di anni.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie