Caffeina: un valido aiuto contro la disfunzione erettile

Avevamo parlato proprio qualche tempo fa della disfunzione erettile maschile, una patologia che in Italia è piuttosto diffusa e che allo stesso tempo è ancora un tabù. Nell’articolo pubblicato si parlava della pillola dell’amore che messo all’angolo il viagra. Sembra però che oltre ai sempre più nuovi farmaci di sintesi si affianchi un meno dannoso rimedio naturale, alla portata di tutti: il caffè.

A dimostrarlo una ricerca di un team di scienziati dell’Health Science Center di Huston, Texas, e pubblicata sulla rivista PLoS One. Dai dati raccolti si evince che il consumo di una dose di caffeina, compresa tra 85 e 170 milligrammi al giorno ridurrebbe del 42% la probabilità di avere a che fare con la disfunzione erettile rispetto a chi ne assume da 0 a 7 milligrammi al giorno. Non solo sembra che aumentare la quantità di caffeina assunta, cioè una dose compresa tra 171 e 303 milligrammi al giorno riduca del 39% la probabilità di avere la disfunzione erettile.

Stando a quanto dicono i ricercatori la caffeina sarebbe in grado di produrre effetti di tipo farmacologico che farebbero rilassare alcune arterie nel pene e di conseguenza nella muscolatura liscia che circonda i corpi cavernosi. Ciò comporterebbe un aumento del flusso del sangue positivo in termini di erezione. Tale effetto sarebbe utile anche agli uomini in sovrappeso, a quelli obesi e a quelli con ipertensione, ma non ai diabetici. Come spiega David Lopez, autore principale della ricerca: “Il diabete è uno dei fattori di rischio più importanti per la disfunzione erettile, quindi questo risultato non ci ha sorpreso”. Si deve comunque tener presente che la lotta alla disfunzione erettile non può certo risolversi solo con l’assunzione di caffeina, per prevenire questa problematica è necessario tener ben presenti anche gli aspetti dello stile di vita su cui eventualmente agire.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie