Come insegnare ai bambini ad essere green

Se vogliamo offrire ai nostri figli e alle generazioni future un mondo migliore è nostro dovere insegnare fin da piccoli quali sono le basi fondamentali dell’educazione ambientale: pochi piccoli gesti per far sì che la vita di tutti i giorni sia all’insegna della sostenibilità. Dare il buon esempio è un incentivo per gli adulti e la base per i più piccoli al rispetto del mondo che dovrà accoglierli come adulti consapevoli.

Risparmiare elettricità: insegnare ai più piccoli come risparmiare energia elettrica è semplice, responsabilizzateli a spegnere i loro giochi elettronici dopo l’uso, così come i videogiochi, e la televisione: abituateli a staccare la spina degli oggetti una volta che li hanno usati. Diventerà un’abitudine che li accompagnerà sempre.

Riciclare: insegnare a riciclare gli oggetti per creare dei giocattoli nuovi senza nulla spendere ed inquinare oltre a responsabilizzarli stimolerà la loro fantasia: fare un pupazzetto con un calzino spaiato, una maschera con un sacchetto di carta, un vaso da fiori con una bottiglia di plastica, biglietti d’auguri con carta riciclata, online potete trovare tantissimi tutorial in merito.

Risparmiare acqua: fate capire quanto sia importante l’acqua potabile e che lasciare il rubinetto aperto significa sprecare litri e litri di acqua, un esempio? Chiudere il rubinetto mentre ci si lavano i denti

Condividere vestiti e giocattoli: condividere con gli altri è un modo per risparmiare, insegnate a scambiare con fratelli o cuginetti i propri vestiti o i giocattoli che non si usano più, diventeranno meno possessivi.

Andare a piedi o in bicicletta: bando alla pigrizia, date voi stessi l’esempio, quando possibile usare la bicicletta e spostarsi a piedi, i piccoli ne avranno due vantaggi: uno stile di vita sano e impareranno a non inquinare.

Gestire i rifiuti: fateli giocare a chi indovina il secchio giusto per i diversi rifiuti, dal vetro all’umido, stimolerete così il loro senso di responsabilità: quei rifiuti saranno riciclati e ci saranno meno discariche.

Non avere paura di animali ed insetti: non temere gli animali, ma rispettarli significherà in futuro avere più riguardo nei confronti della natura e degli ecosistemi già troppo danneggiati, non terrorizzateli alla vista di api e insetti, basterà far capire loro quanto sono importanti e quale è il loro ruolo.

Mangiare sano: educateli a mangiare bene, con preparazioni casalinghe, frutta e verdura biologica, limitando merendine, patatine e altri cibi spazzatura.

Volontariato: qualche piccola azione di volontariato no nfa mai male, partecipando ad alcune iniziative promosse da alcune associazioni cittadine avranno la possibilità di fare dei piccoli laboratori, distribuire gadgets o volantini per aiutare l’ambiente.

Orto, balcone e giardino: fateli pasticciare con la terra e i semi, sia sul balcone che in giardino se l’avete, aiutateli a far crescere le loro piantine o i fiori o qualche verdura, darà loro molta soddisfazione e impareranno il significato della parola biologico, chilometri zero e agricoltura sostenibile.
Fonte Rinnovabili.it

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie