Ecodom: nel 2014 con recupero Raee evitate 880mila tonn di CO2

I Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche rappresentano una risorsa economica (in termini di materie prime-seconde che possono essere riciclate) e, al tempo stesso, una possibile fonte di sostanze inquinanti. Trattare i RAEE in maniera corretta è essenziale per massimizzare il valore economico delle parti riciclabili e ridurre al minimo i danni per l’ambiente. Ecodom è costantemente impegnato nel miglioramento delle performance ambientali del processo di  trattamento RAEE.

Rispetto agli anni precedenti, nel 2014 Ecodom ha ottenuto un ulteriore miglioramento dei tassi di riciclo, sono state 75.985 le tonnellate di Raee (Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), con una crescita di quasi il 7% rispetto al 2013. L’attività ha consentito il riciclo di 66.857 tonnellate di materie prime seconde; in particolare: 45.624 tonn di ferro (quanto necessario per costruire 6 Torri Eiffel), 1.670 tonn di alluminio (sufficienti per produrre 104 mln di lattine), 1.544 tonn di rame e 7.788 tonn di plastica. Si è inoltre evitata l’immissione in atmosfera di 882.850 tonnellate di CO2 (pari alla quantità generata dal traffico automobilistico dell’intera provincia di Milano per più di 30 giorni) e determinato un risparmio energetico di oltre 87,8 mln di kWh di corrente elettrica, capaci di soddisfare il fabbisogno energetico annuo di una città di oltre 75mila abitanti.

Sono alcuni dei numeri contenuti nel “Rapporto di Sostenibilità 2014” di Ecodom, il principale Consorzio italiano per il recupero e il riciclaggio degli elettrodomestici, presentato oggi a Roma alla presenza di esponenti del mondo della scienza, della politica e dell’industria, che si sono confrontati in una tavola rotonda sul tema: “L’industria e la politica di fronte ai cambiamenti climatici”.

A livello territoriale, in base ai Raee gestiti da Ecodom, anche nel 2014 la Lombardia si conferma la regione più virtuosa con quasi 16 mila tonnellate di apparecchiature trattate; segue la Toscana (7.798 tonnellate) e il Veneto (7.551 tonnellate). ”In 7 anni di operatività – spiega Mauro Cola, presidente di Ecodom – è stato raccolto e trattato 500.000 tonnellate di Raee, consentendo un risparmio energetico di oltre 500 milioni di kWh ed evitando l’immissione in atmosfera di oltre 6 milioni di tonnellate di CO2”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie